Ultime Notizie, Bigon: “Noi Siamo il Napoli!”

bigon ds napoliLo avevamo anticipato, o almeno ci abbiamo provato. Ed a confermarlo è il DS Bigon. Se partisse Cavani, il Napoli valuterà tutte le giuste strategie, sopperirà ad un’eventuale partenza del Matador così come si è sopperito alla partenza di Lavezzi. Certo, la partenza di Lavezzi. Il Napoli pare non averne risentito.  Merito, forse, della lungimiranza del club e del tecnico.

Certo le condizioni di contesto sono diverse. Lo scorso anno il Napoli aveva un impegno in più. Un impegno importante. La Champions. E non sfigurò. E proprio da questo dovranno ripartire le strategie future del club. In ogni caso, però, un bagno di chiarezza è fondamentale. Soltanto in questo modo il Direttore Sportivo potrà tracciare la linea da seguire per la prossima stagione. Come affrontare Campionato e Champions? Il Napoli, quest’anno, ha ottenuto risultati importantissimi. A poche giornate dalla fine è (mal che vada) a sette punti dalla diretta inseguitrice, a +15 rispetto allo scorso anno. Ma non giocava la Champions. Ha affrontato l’Europa League senza darle troppo peso. E non sarà lo stesso l’anno prossima. La Champions è un’altra cosa e, a certi livelli, potrebbe togliere energie preziose in chiave Campionato. Per lottare in Serie A ai vertici, senza demeritare (e sfigurare) in Europa, occorre un intervento importante. In ogni reparto.

Considerato il doppio impegno, a prescindere dal caso Cavani, occorreranno rinforzi. In ogni reparto. Innanzitutto qualcuno dovrebbe spiegare come si fa a non puntare su un calciatore come Hugo Campagnaro. Ieri (a Pescara) ha mostrato ancora una volta non solo di essere un difensore importante per la realtà azzurra ma è riuscito anche a comunicare quanto sia importante nel modulo di Mazzarri. Sostituirlo non sarà facile. Soprattutto se restasse il tecnico livornese. In questo caso, infatti, qualsiasi sia la strategia della società per la difesa non si potrà in nessun caso prescindere dalle esigenze e dalle preferenze del tecnico. Britos è in ripresa e può rappresentare un punto da cui ripartire. Non in chiave Champions, però. Stesso discorso per Paolo Cannavaro. Al suo fianco è necessario intervenire con fermezza. Il centrocampo conferma il suo strepitoso stato di forma. In questo caso, perché un eventuale innesto sia davvero proficuo, è necessaria che sia di qualità. Di grandissima qualità.

Il Napoli è una realtà ormai consolidata. Nel panorama italiano, ed europeo. “Ora va di moda il nome del Borussia Dortmund, l’anno scorso quello del Barcellona. Noi però siamo il Napoli.” Al DS non manca certo la determinazione e, si sa, se abbinata ad una buona dose di volontà, i traguardi non sono irraggiungibili.