Udinese-Napoli 1-0, Benitez: “Avevamo la partita in mano”

Il Napoli raccoglie un’altra sconfitta in campionato, la seconda in questa stagione. Dopo la vittoria in Europa League, gli Azzurri speravano di riproporsi in campionato e, invece, per Benitez e i suoi uomini è giunta la stoccata del Friuli ad opera dell’Udinese di Stramaccioni. Una sconfitta che pesa come un macigno sulle spalle di Benitez che, intervistato ai microfoni di Sky Sport, commenta la partita appena conclusa ritenendosi non soddisfatto del risultato, ma nemmeno deluso dalla sua squadra.

“Stavamo controllando la partita e abbiamo subito gol da palla inattiva, è un peccato”, è questo il primo commento di Rafa Benitez che continua la sua disamina della partita individuando nella poca aggressività in fase offensiva la lacuna maggiore del suo Napoli: “La squadra c’è. Abbiamo creato molto e abbiamo trovato anche un certo equilibrio in difesa. Siamo stati poco cattivi in attacco. Avevamo tutto sotto controllo, potevamo vincere sia oggi sia contro il Chievo”.

Il Napoli sceso in campo questa sera contro l’Udinese non era, però, il Napoli che Benitez ci ha abituato a vedere. La formazione, presentata come 4-2-3-1, era più un 4-3-3, modulo che il tecnico spagnolo non è solito utilizzare: “Per giocare al Friuli occorreva essere al 100%. Inler aveva la febbre e gli altri non erano al meglio della condizione dopo la partita di Europa League”. Infine un commento su Higuain. Il Pipita non è riuscito a trovare il gol ed è apparso nervoso, ma Benitez rassicura: “Bisogna creare di più, solo così avrà più possibilità di ricevere palla. La squadra deve fare di più per lui e lui deve far di più per la squadra, ma non era nervoso. Era dispiaciuto come tutti per la sconfitta”.

Leggi anche: