Supercoppa Italiana 2014, De Laurentiis su Benitez: “Può restare”

Il Napoli ce la fa, vince alla lotteria dei rigori la Supercoppa italiana battendo la Juventus in una partita rocambolesca e piena di emozioni. Se fosse un film potrebbe essere intitolato la “Vittoria del cuore”, si perchè gli azzurri in questa partita ci mettono tanto ardore meritando ampiamente di alzare la coppa al cielo. Ed ha proposito di film, dopo la gara è stato intervistato dai microfoni di Rai Sport un raggiante Aurelio De Laurentiis, che come al solito ha parlato di tutto: “Stasera ha trionfato il calcio italiano, perchè la sfida tra Juventus e Napoli ci accompagna dalla serie B con grandi partita come quella di stasera. Fa piacere in pochi mesi vincere Coppa Italia e Supercoppa, dispiace per Insigne che non c’era, e per Ciro che non è più tra noi”.

La domanda scontata ed inevitabile sul tecnico Rafa Benitez e sul suo futuro a Napoli: “Benitez decisivo nelle gare secche? Allora ho fatto bene a prenderlo. Lui è un galantuomo può insegnare calcio, ma bisogna avere pazienza. Promessa a Benitez? Ma perchè dovrei strappargli una promessa, qui c’è una città unica al mondo che bisogna amarla e capirla. Chi invece non la sente può andare ad altre parti più sbiadite piene di nebbia.  Sindaco? Per migliorare i rapporti col Napoli deve imparare che nel 2015 un sindaco dovrà essere anche un manager per gestire la città. Prima di sparare cavolate sugli acquisti, pensi ai problemi dello stadio”.

Leggi anche: