SSC Napoli, Sarri: “Dobbiamo prendere esempio dalla Juve”

Maurizio Sarri è intervenuto quest’oggi in conferenza stampa dal ritiro di Dimaro. Al tecnico del Napoli non piace parlare di mercato e, sebbene sia soddisfatto dell’arrivo di Chiriches, preferisce parlare della propria squadra e del campionato per affrontare bene il quale occorre avere l’atteggiamento della Juve: “Sono soddisfatto del lavoro svolto qui a Dimaro, ma dobbiamo crescere sia come squadra che come mentalità. Io vengo da una provinciale e ho visto diverse squadre scendere in campo con un atteggiamento di superficialità quando dovevano affrontare l’Empoli. LA Juve è stata l’unica ad entrare concentrata: sentivo i bianconeri gridare nel tunnel per caricarsi. Questo atteggiamento porta punti”.

Sarri ha commentato quindi il calendario di Serie A estratto lunedì e le prime partite del Napoli: “Le prime sono tutte partite di alto livello, incontriamo sin da subito grandi squadre anche se avrei preferito in contrario: il mio livello di gioco si inizia a vedere da novembre in poi. Proveremo a partire meglio del solito e a raggiungere certi concetti prima del previsto”. Mister Sarri spende giusto due parole sull’arrivo di Chiriches: “Lo conosco pochissimo, l’ho visto giocare pochi minuti e non ho un’idea chiara, ma se è stato scelto lui…”

Il tecnico napoletano quindi parla del primo incontro con Gonzalo Higuain e di ciò che si aspetta dal Pipita: “Si è messo a disposizione, è un ragazzo umile e intelligente e alcune sue riflessioni mi hanno sorpreso. Lui può farci vincere le partite di un certo livello, è la nostra risorsa aggiunta. Ho la sensazione che abbia ancora molto da tirar fuori. Mi aspetto da lui ciò che ci si aspetta da un fuoriclasse”.

Leggi anche: