Squalifica San Paolo dimezzata, porte chiuse solo per Napoli-Verona

E’ stata dimezzata la squalifica del San Paolo. Accolto parzialmente il ricorso presentato dal Napoli e quindi le porte chiuse saranno attive solo nell’ultima gara di campionato contro il Verona. Nel comunicato non emergono le motivazioni, ma l’avvocato Mattia Grassani avrebbe puntato sulla collaborazione della società con le forze dell’ordine e le istituzioni per la riduzione della squalifica. Nel prossimo campionato quindi il Napoli potrà esordire alla presenza del suo pubblico.

L’unica eccezione per la partita con il Verona è la presenza dei diecimila studenti delle scuole primarie e secondarie napoletane che avranno libero accesso alla struttura sportiva. Inoltre se è stata dimezzata la squalifica è stata aumentata la sanzione pecuniaria che passa dai 70mila euro decisi dal Giudice Sportivo Tosel ai 110mila euro stabiliti dalla Corte di Giustizia Federale.

Leggi anche — > Squalifica San Paolo, avvocato Grassani: “Il Napoli ha presentato ricorso”

Leggi anche — > Napoli-Verona, San Paolo aperto per 10mila studenti

Scritto da Nicola Salati

Giornalista professionista dal 2009, ma più che un lavoro per me è una passione visto che ho iniziato a collaborare con i giornali locali a sedici anni e a 18 anni ero già pubblicista. Attualmente collaboro con il quotidiano Metropolis e poi ho iniziato questa nuova avventura che sta dando i frutti sperati...il mio motto? "L'umiltà deve essere sempre al primo posto per chi vuole intraprendere questa professione".

San Paolo aperto ai bambini, Pisani: “Ci hanno copiato l’idea”

Udinese-Sampdoria 2014: Probabili Formazioni, Diretta Tv e Streaming