Spagna-Italia: Probabili Formazioni, Diretta Tv e Streaming

E’ un’amichevole ma non si vede. Spagna-Italia infatti non può essere mai una partita come le altre perché di fronte si trovano due modi di interpretare il calcio e soprattutto c’è la voglia da parte degli Azzurri di giocare uno scherzetto agli Iberici visto che ormai dal 1994 la Nazionale italiana non riesce a vincere.

Del Bosque ha deciso di puntare su Casillas tra i pali con il napoletano Reina che va in panchina. Un altro calciatore partenopeo invece scende in campo dal primo minuto e si tratta di Raul Albiol che va a occupare uno dei posti al centro della difesa. Sicuro l’esordio di Diego Costa in attacco: il brasiliano dal passaporto spagnolo potrà così mettere in capo le sue qualità e farle una volta di più conoscere al pubblico di casa.

Dall’altra parte Prandelli ha dovuto fare i conti con la Juventus che si è lamentata e non poco della convocazione di Chiellini e così lo stesso commissario tecnico nella conferenza prepartita ha detto di “…sentirsi svuotato”. Ma una volta in campo tutto passerà e così l’ex allenatore della Fiorentina dovrebbe puntare su Paletta in difesa, Cerci alle spalle di Osvaldo e Montolivo al posto di Pirlo che quindi dovrebbe sedere in panchina. Insigne e Maggio partono dalla panchina.

La partita, che inizia alle 22.00, potrà essere seguita in diretta televisiva su Rai 1, mentre in liv streaming su Rai.tv. Il post gara è invece in programma su Rai Sport 1.

Queste le probabili formazioni:

Spagna: Casillas, Juanfran, Albiol, Sergio Ramos, Jordi Alba, Xabi Alonso, Xavi, Busquets, Iniesta, Diego Costa, Silva. Allenatore: Del Bosque

Italia: Buffon, Maggio, Paletta, Barzagli, Criscito, Montolivo, Thiago Motta, Marchisio, Cerci, Candreva, Osvaldo. Allenatore: Prandelli

Arbitro: Aranovskiy (Ucr).

Leggi anche — > Napoli, Albiol: “Il pubblico è caloroso e vogliamo dargli soddisfazioni”

Leggi anche — > Convocati Italia-Spagna: Lorenzo Insigne c’è

Scritto da Nicola Salati

Giornalista professionista dal 2009, ma più che un lavoro per me è una passione visto che ho iniziato a collaborare con i giornali locali a sedici anni e a 18 anni ero già pubblicista. Attualmente collaboro con il quotidiano Metropolis e poi ho iniziato questa nuova avventura che sta dando i frutti sperati...il mio motto? "L'umiltà deve essere sempre al primo posto per chi vuole intraprendere questa professione".

Napoli-Roma, Jorginho: “Possiamo ancora afferrare il secondo posto”

Europa League, il Napoli si qualifica se

Biglietti Napoli-Porto (Europa League): prezzi, info e modalità d’acquisto