Sassuolo-Napoli 0-1, Voti e Pagelle: vittoria importante per il morale

Il Napoli finalmente vince e conquista tre punti fondamentali sia per la classifica, ma soprattutto per il morale. Gli azzurri giocano bene nella prima mezz’ora di gioco, mettendo in netta difficoltà il Sassuolo. Azioni fluide ed in velocità che sfociano nell’1 a o di Callejon. Come avevamo previsto nella consueta analisi della partita, Benitez schiera Britos a sinistra che è più un difensore che un esterno. L’intenzione del tecnico spagnolo è quella di tenere l’uruguaiano basso per non concedere la superiorità numerica ai tre attaccanti del Sassuolo.

Dopo il gol però il Napoli bada solo a difendersi, abbassa il baricentro concedendo campo e iniziativa agli avversari che sfiorano più volte il gol del pareggio. Anche questa volta i cambi di Benitez a partita in corso non hanno convinto, Higuain ed Hamsik gli unici che tenendo palla facevano risalire la squadra forse sostituiti troppo presto. Non era facile sotto l’aspetto psicologico, gli azzurri hanno avuto paura e in campo si è visto. L’importante però era vincere e portare a casa tre punti, che daranno si spera un po’ di fiducia e serenità a tutto l’ambiente.

LE PAGELLE DI SASSUOLO-NAPOLI:

Rafael 5.5: Il portiere azzurro non è molto impegnato durante la gara. Si ha l’impressione però che sia ancora troppo incerto nelle uscite, soprattutto in quella definita “area del portiere”. Non trasmette ancora la necessaria sicurezza a tutto il reparto.

Zuniga 6.5: Finalmente nel suo ruolo naturale come esterno di difesa a destra, il colombiano fa vedere di cosa è capace. Le azioni più pericolose del Napoli le confeziona con il suo compagno di fascia Callejon. Grande intesa tra i due che fanno letteralmente ammattire la difesa emiliana. Finalmente sull’out destro partono cross e sovrapposizioni interassanti. Da riproporre.

Albiol 6: La sufficienza è di stima. Sbroglia con difficoltà ma efficacia alcune situazioni di gioco pericolose, nel contempo commette qualche leggerezza di troppo che fortunatamente non porta al pareggio del Sassuolo. Gli capita Zaza il cliente più difficile che gli da un gran da fare.

Koulibaly 6: Il francese non commette errori, gioca con attenzione senza strafare. Rispetto alle partite precedenti non si proietta troppo in avanti per non lasciare buchi in difesa. Fondamentale un suo intervento su Zaza nel primo tempo.

Britos 6: Benitez gli da ancora fiducia e questa volta l’uruguaiano non tradisce. Partita senza macchia e senza lode ma sempre efficace nelle chiusure e negli anticipi.

Gargano 6.5: Oramai non è più una novità vederlo tra i migliori in campo. Instancabile e volenteroso un punto di riferimento per il centrocampo del Napoli. 77′ Jorgihno 5.5: Benitez lo manda in campo per gestire l’azione, si fa notare per un’ammonizione rimediata.

David Lopez 5.5: Schierato ancora in coppia con Gargano, bada più a difendere che ad attaccare. Meglio nel primo tempo che nel secondo. Soffre come tutti il calo degli azzurri nella seconda frazione di gioco.

Callejon 6.5: Oltre al gol tante buone iniziative insieme al compagno Zuniga. Finalmente stiamo ammirando il calciatore che tanto ha impressionato la passata stagione. Buone notizie per Benitez, lo stacanovista del Napoli è tornato!

Hamsik 5.5: Le ultime tre partite ha giocato meglio il capitano. Ciò nonostante lo slovacco è sempre nel vivo nel gioco. Un po’ impreciso nel passaggio finale ma comunque tiene equilibrio tra i reparti. Ancora una volta ingiusta la sostituzione. 60′ De Guzman 5: Da un calciatore della sua tecnica ci aspettiamo sicuramente di più di una semplice comparsa. Il suo ingresso in campo non giova alla squadra.

Insigne 5.5: Un piccolo miglioramento rispetto alle passate apparizioni. Si perde sempre in un dribbling di troppo anche quando non ce ne bisogno. Gioca troppo lontano dalla porta per rendersi pericoloso.

Higuain 6.5: Per come ha iniziato la partita si vede che è un calciatore di un altro pianeta. Entra in campo con la voglia di spaccare il mondo e si vede, un vero leader. Suo il solito assist per Callejon che porta al gol del vantaggio. Anche per lui ingiusta la sostituzione. 70′ Zapata 5: Dopo la buona gara con il Palermo da lui oggi ci si aspettava qualcosa in più. Aveva il compito di proteggere palla e far salire tutta la squadra. Le perde praticamente tutte. Si fa notare anche per un tiro velleitario dalla distanza, mentre poteva gestire meglio l’azione di contropiede.

Leggi anche: