Rosberg, Ritiro dalla Formula 1

È un fulmine a ciel sereno il ritiro di Nico Rosberg dalla Formula 1. Il pilota campione del mondo ha annunciato il suo ritiro subito dopo aver vinto il Mondiale. Tedesco, di origini italiane, tifoso del Napoli, Rosberg ha annunciato l’addio alla Formula 1 proprio nel momento migliore.

La decisione del campione del mondo arriva inaspettata. Nessuno avrebbe immaginato un ritiro così repentino. Nessuno avrebbe ipotizzato, soprattutto dopo una stagione come quella appena terminata, che il campione del mondo avrebbe detto addio alla sua principale passione.

Il ritiro viene annunciato proprio da Rosberg. Una lettera accorata, sincera con cui il campione del mondo annuncia il ritiro dalla Formula 1: “Da 25 anni era il mio sogno, la mia ossessione: diventare campione del mondo di Formula 1. Attraverso il duro lavoro, il dolore, i sacrifici, questo è stato il mio obiettivo. A ora ce l’ho fatta. Ho scalato la mia montagna, sono sulla vetta, perciò mi sento bene. La mia emozione più forte, al momento, è la profonda gratitudine verso tutti quelli che mi hanno sostenuto e che hanno fatto sì che questo sogno si avverasse”.

“Questa stagione, ve lo dico, è stata dannatamente difficile. Ho spinto come un pazzo dopo le delusioni degli ultimi due anni. Hanno alimentato le mie motivazioni fino a livelli che non avevo mai raggiunto. E certo, questo ha avuto un impatto sulle persone che amo. E’ stato un sacrificio da parte di famiglia, tutto è stato posto dietro il mio obiettivo. Non riesco a trovare le parole per ringraziare mia moglie Vivian, è stata incredibile. Ha capito che questo era l’anno giusto, la nostra opportunità per riuscirci e ha creato lo spazio per me per recueprare al meglio tra una gara e l’altra, badando a nostra figlia ogni notte, andando oltre quando le cose si facevano difficili e mettendo il campionato al primo posto”.

“Quando ho vinto la gara di Suzuka, dal momento che il destino del titolo era nelle mie mani. C’è una grande pressione su di me e ho pensato di terminare in quel momento la mia carriera se fossi diventato campione del mondo. Domenica mattina ad Abu Dhabi sapevo che sarebbe potuta essere la mia ultima gara e questo era sempre più chiaro prima della partenza. Volevo godermi ogni momento della gara, sapendo che sarebbe stata l’ultima.  Poi le luci si sono spente e ho avuto i 55 giri più intensi della mia vita. Ho preso la mia decisione lunedì sera. Dopo averci riflettuto per un giorno, le prime persone a cui l’ho detto sono state Vivian e Georg. Subito dopo l’ho detto a Toto”.