Rizzoli-Bonucci, Pasquale Bruno: “Con me sarebbe andato in ospedale”

Pasquale Bruno, storico ex difensore del Torino, ha detto la sua sugli errori arbitrali di Rizzoli nell’ultimo derby della Mole e, soprattutto, sul comportamento del difensore della Juve, Bonucci.

In un’intervista a Calciomercato, Bruno si è espresso così nei riguardi di Rizzoli: “Un arbitro internazionale come lui non si vergogna a non aver preso decisioni? Rivedere quelle immagini è imbarazzante per lui e per il calcio. Queste cose danneggiano anche la Juventus. E’ così forte che in Italia passeggia, non ha rivali: chapeau, questo è fuori discussione”. L’ex difensore granata sembra non aver proprio gradito l’operato arbitrale e ci va giù duro: “Mi vergogno per gli arbitri, oltretutto Rizzoli rappresenterà l’Italia agli Europei. Se il figlio gli chiedesse ‘come mai non hai preso provvedimenti’, lui potrebbe solo mettere la testa sotto il cuscino e vergognarsi. Ripeto, la Juventus non c’entra. Perché è stata danneggiata con il Bayern: il gol di Morata era valido esattamente come quello di Maxi Lopez”.

In chiusura Bruno si concentra sul comportamento irriguardoso di Bonucci nei confronti del direttore di gara e sul momento della squadra di Ventura: “Bonucci non si sarebbe mai permesso di mettere in faccia la testa a me o a Policano. Sarebbe arrivato in 15 minuti in ospedale. Nel mio Toro non ci sarebbe nessun giocatore granata di adesso. Siamo in paziente attesa di vedere un Toro vero: il colpo di tacco non ci piace, vogliamo giocatori che scendano in campo con il cuore. In ogni caso domenica lo stadio ha applaudito, nonostante il 4-1″.

LEGGI ANCHE: