Real Madrid-Napoli, Zidane: “Partita importante contro un avversario tosto”

Zidane in conferenza stampa: "Real-Napoli sarà una bella partita. Una sfida importante contro un avversario forte"

Zinedine Zidane ha parlato, nel giorno della vigilia di Real Madrid-Napoli, di quello che si aspetta dal match del Bernabeu e della squadra di mister Sarri, sua avversaria. Il tecnico dei blancos ha definito quella azzurra una formazione tosta e di qualità, in particolar modo a destare qualche preoccupazione in più è l’attacco partenopeo: “Il Napoli possiede giocatori forti a mobili davanti, intensi, rapidi e piccolini. Sono tecnicamente molto forti, ma anche noi avremo delle carte che possono far male”.

Se in campo il Napoli può fare affidamento su Mertens, Insigne e Callejon, sugli spalti ci sarà Diego Armando Maradona. El Pibe de Oro ha raggiunto ieri la capitale spagnola ed è pronto a dare tutto il proprio sostegno alla squadra partenopea, tuttavia la sua presenza non preoccupa assolutamente mister Zidane che specifica: “Con tutto il rispetto per Maradona, temo più gli attaccanti e i giocatori che scenderanno in campo. Sarà una bella partita”.

Ad affascinare Zidane è il gioco che Maurizio Sarri ha saputo conferire al Napoli ed è proprio al tecnico dei partenopei che il madrileno fa i suoi complimenti: “Sta facendo giocare benissimo il Napoli e sta svolgendo un ottimo lavoro. È molto bello vedere giocare il Napoli”. Non dà alcun indizio sulla formazione da schierare, ma dà una sua interpretazione di quella che dovrà essere la prova dei suoi in Real Madrid-Napoli: “Voglio una squadra che sia intensa e profonda, dobbiamo mantenere alta la concentrazione perché sicuramente ci saranno momenti della partita in cui soffriremo. Dobbiamo ridurre al minimo questi periodi”.

sarri-allenatore-napoli

Quella che si disputerà domani al Bernabeu sarà una partita tosta e importante, non una finale: “L’unica finale sarà quella di Cardiff – ha sottolineato mister Zidane in conferenza stampa. Quella contro il Napoli è una sfida importante contro un avversario forte, ma non è una finale”.