Perché Tonelli non gioca? La verità sull’infortunio

Lorenzo Tonelli è assente da tempo per infortunio: ma cosa si è fatto?

Lorenzo Tonelli è ai box da circa due mesi causa infortunio. La sua lunga assenza non sempre ha trovato risposte, prima dell’intervento del padre del difensore ex Empoli, il quale ha chiarito le condizioni fisiche del giocatore. Ecco qual è il problema fisico che infligge Lorenzo Tonelli, assente da ben undici partite tra campionato e coppe.

“Lorenzo ha la pubalgia. Si tratta di un dolore al pube ma è difficile scoprirne le cause. Mio figlio ha effettuato una risonanza ma la diagnosi precisa è ancora ignota. Ha sentito dolore nella zona del pube ed è stato costretto allo stop. In allenamento non riesce a stare al passo con i compagni: è per questo che Sarri non può convocarlo” – svela il padre di Lorenzo Tonelli alla redazione di CalcioNapoli24 che l’ha contattato.

Tonelli infortunato per pubalgia: ecco di cosa si tratta

Tonelli è affetto da pubalgia, è per questo che non gioca. Si tratta di un’infiammazione muscolare, concentrata dalle parti del pube, causata da sforzi eccessivi o microtraumi ripetuti. La pubalgia ha costretto il difensore a restare fermo ai box per circa due mesi, saltando complessivamente 11 partite. Un’assenza che ha lasciato i tifosi del Napoli ricchi di punti interrogativi. Assenza, finalmente, giustificata e motivata.

Mister Sarri è stato costretto infatti più volte a lasciare a casa il difensore ex Empoli, preferendo in rosa Chiriches o Maksimovic. Tonelli non riusciva e non riesce, tuttora, a tenere il passo dei compagni.

Tonelli infortunato: quando torna disponibile?

La domanda che in casa Napoli e che tutti i tifosi si pongono è: quando torna disponibile Tonelli? La risposta è piuttosto ignota. La diagnosi dell’infortunio non è ancora stata svelata e i medici partenopei stanno ancora analizzando il caso. Ci vorranno ancora due settimane circa per poter rivedere il difensore in campo, a meno che i medici non riescano a dare risposte più precise sull’infortunio che da tempo colpisce il giocatore.