Panchina d’Oro 2016, Sarri: “Un premio che mi emoziona”

Sarri dopo la premiazione: "Emozionato per la Panchina d'Oro"

Maurizio Sarri ha ricevuto oggi a Coverciano la Panchina d’Oro 2016. Un premio che conferma il buon lavoro che il tecnico toscano sta svolgendo con il Napoli e che viene attribuito dagli altri allenatori, ragione questa che lo rende ancora più speciale e gratificante. Scalzato Massimiliano Allegri per 25 voti a 22 e a seguito della premiazione, Sarri si è detto emozionato ed è apparso molto soddisfatto.

Un premio meritato perché nel corso di queste due stagioni alla guida del Napoli l’allenatore ha saputo conferire alla squadra grinta, gioco e pressing, caratteristiche che non sono bastate a vincere lo scorso anno il campionato italiano, ma che non sono neppure passate inosservate. Il lavoro premia e Maurizio Sarri ha raccolto uno dei frutti: “I premi solitamente non mi danno molta soddisfazione perché li considero tempo rubato al mio lavoro, questo però sì”.

Panchina d’oro 2016, Sarri emozionato

La Panchina d’Oro 2016 non è un premio come tutti gli altri, ma è il riconoscimento che altri allenatori danno al vincitore ed è proprio questo che rende orgoglioso Maurizio Sarri: “Mi emoziona perché viene assegnato dagli altri allenatori”. Un premio inaspettato perché: “Io 5 anni fa ero in C, è straordinario”. Espresse tutte le sue emozioni l’allenatore del Napoli ha volto fare qualche ringraziamento: “Ringrazio lo Staff, le due società Empoli e Napoli e due persone: Marcello Carli e Cristiano Giuntoli, senza loro probabilmente non sarei qui oggi”.