Palermo-Milan, Diretta Live – Risultato in Tempo Reale 2-2

Allegri allenatore milan

Gol e spettacolo al Barbera: 2-2 tra Palermo e Milan. Palermo in vantaggio (2-0) sul Milan grazie ad un calcio di rigore battuto e trasformato dal solito Fabrizio Miccoli al 45′ ed un lampo di Brienza ad inizio ripresa per il 2-0. Il primo gol, invece, era giunto su un calcio di rigore concesso per un fallo di mano in area di Ignazio Abate che con il gomito ha fermato la traiettoria dello stesso Miccoli.

Poi, in 1o minuti, la clamorosa rimonta rossonera firmata da Montolivo e El Shaarawy che firmano il definitivo 2-2 tra Milan e Palermo.

Diretta live, risultato in tempo reale ed aggiornamenti su CalcioMercato Napoli a partire dalle 20.45, l’orario del calcio d’inizio allo stadio “Renzo Barbera”.

Trasferta verità per il Milan di Massimiliano Allegri, impegnato a Palermo nell’anticipo della decima giornata del campionato di serie A.  I rossoneri sono chiamati al bis dopo lo stentato successo casalingo con il Genoa, che ha consentito al tecnico livornese di restare al suo posto. Ma lo spettro dell’esonero è sempre vivo in casa Milan.

Contestazione Silvio BerlusconiUna sconfitta in terra sicula, in tal senso, potrebbe nuovamente mettere in discussione il futuro – ma soprattutto il presente – di Massimiliano Allegri sulla panchina dei rossoneri.

Con il duo “fatto in casa” Tassotti – Gattuso, il sogno Pep Guardiola e l’idea Delio Rossi che continuano ad aleggiare – come dei veri fantasmi – sullo spogliatoio milanista. Toccherà a Stephan El Shaarawy, il vero protagonista delle ultime settimane, cercare nuovamente di togliere le proverbiali castagne dal fuoco al suo allenatore.

D’altronde, se non fosse stato per il “piccolo Faraone” (in campo altro che piccolo, vero mattatore), con ogni probabilità Allegri sarebbe tornato già da tempo in riva al mare, nella sua amata Livorno.

Nell’undici titolare l’ex Antonio Nocerino, esploso proprio con la maglia del Palermo, finito puntualmente in panchina nelle ultime settimane (non senza polemiche da parte dell’incontrista napoletano).

Leggi anche -> Serie A in Campo: Stasera Palermo-Milan

FORMAZIONI UFFICIALI

PALERMO (3-4-2-1): Ujkani; Munoz, Donati, Garcia; Morganella, Barreto, Rios, Mantovani; Ilicic, Brienza; Miccoli. A disposizione: Benussi, Cetto, Labrin, Pisano, Von Bergen, Kurtic, Viola, Bertolo, Giorgi, Zahavi, Dybala, Budan. All: Gasperini.

MILAN (3-4-1-2): Amelia; Mexes, Bonera, Yepes; Abate, Montolivo, Nocerino, Constant, Flamini; Pato, El Shaarawy. A disposizione: Abbiati, Gabriel, Zapata, Acerbi, Ambrosini, De Jong, Emanuelson, Bojan, Pazzini, Muntari. All: Allegri.

ARBITRO: Rizzoli di Bologna

DIRETTA LIVE 

Dopo appena 5′, Gasperini è costretto alla prima sostituzione. Fuori Donati, infortunato, dentro Von Bergen, con Garcia che sale a centrocampo. Dopo il primo quarto d’ora di gioco, è il Palermo a rendersi pericoloso con il solito Miccoli che brucia in velocità Bonera ma conclude al lato.

Al 18′ Miccoli ci riprova, stavolta su punizione. Amelia in due tempi riesce a salvare, non senza difficoltà. Pochi spunti in una partita tutto sommato deludente, in cui domina la paura in entrambe le squadre.

Al 22′ si fa vedere per la prima volta il Milan con Flamini, fermato all’ultimo momento in calcio d’angolo. Sul corner seguente, Antonio Nocerino ci prova dai 20 metri, ma la conclusione termina debolmente tra le braccia di Amelia.

Al 23′ secondo ammonito del match: dopo il milanista Bonera, giallo anche per Constant. Sul calcio di punizione seguente, batte come sempre Miccoli, Garcia salta tutto solo ma colpisce male e la palla termina sul fondo.

Al 25′ Palermo vicinissimo al gol: Constant recupera su Morganella, lanciato in contropiede da uno splendido lancio di Brienza. Ma l’ex Chievo e Genoa commette una distrazione clamorosa che per poco non risulta fatale. Miccoli s’incunea e conclude di violenza, palla oltre la traversa, senza alcuna deviazione da parte di Amelia.

32′, il ritmo cresce: sciocchezza colossale di Flamini che si fa soffiare la palla da Ilicic ed è costretto ad atterrarlo al limite dell’area. Cartellino giallo inevitabile. Il calcio di punizione successivo, battuto come sempre da Miccoli, sfiora di poco il palo alla destra di un Amelia immobile. Il Milan soffre, il Palermo è più tonico ed aggressivo, soprattutto a centrocampo.

Al 39′ il Milan trema: Morganella finisce a terra su intervento di El Shaarawy. Il calcio di rigore è molto dubbio, con il “piccolo Faraone” che fa ostruzione, fermando di fatto la corsa dell’esterno svizzero.

Al 40′ si vede finalmente Pato ma il brasiliano decide di servire l’accorrente Flamini la cui conclusione è da dimenticare.

Al 43′ una bella azione del Milan, cross dalla destra, colpo di testa di Stephan El Shaarawy sul primo palo, il Palermo allontana in qualche modo.

Il finale della prima frazione di gioco è molto vibrante con il risultato in bilico e le due squadre che danno l’impressione di poter cambiare il risultato in qualsiasi momento.

Al 44′ calcio di rigore per il Palermo. Abate colpisce la palla con il gomito dopo un intervento in comune con Bonera per fermare il cross di Miccoli dalla sinistra offensiva dei rosanero. Alla battuta Miccoli che al 45′ insacca. Palermo in vantaggio. Amelia intuisce ma non può arrivarci. Palermo 1 Milan 0.

Dopo un minuto di recupero, le due squadre vanno al riposo sul risultato di 1-0 per i rosanero grazie al gol di Miccoli su calcio di rigore sul finire della prima frazione di gioco.

SECONDO TEMPO

Subito una novità in casa Milan: dentro Emanuelson al posto di uno spento Flamini, ma passa appena un minuto (100 secondi per l’esattezza) ed il Palermo raddoppia. Il 2-0 porta la firma del genio di Franco Brienza con un lampo improvviso dal limite sul quale Amelia non può nulla. Allo  stadio Barbera c’è finalmente un clima di festa.

Al 51′ Allegri non sa più che pesci pigliare: stanno per entrare, dopo un rapido riscaldamento, sia Bojan che Pazzini. Uscirà sicuramente Pato.

Al 53′, infatti, il brasiliano lascia il campo dopo l’ennesima prestazione incolore. Esce anche Yepes, al suo posto Pazzini. E’ un Milan con 4 punte in campo ed un 4-2-4 come modulo tattico.

Al 56′ Brienza si presenta nuovamente al limite dell’area partendo dalla sinistra. Palla a Ilicic che tira alto. Esce proprio Franco Brienza, entra l’ex Novara e Siena, Giorgi.

Al 57′ lampo del Milan con il nuovo entrato Bojan che salta due uomini e tira violentemente sul primo palo. Ujkani si salva in angolo.

Poi la clamorosa rimonta: due lampi rossoneri e due gol. Prima Montolivo, poi El Shaarawy regalano un pareggio insperato al Milan. I rossoneri, nei minuti finali, cercano addirittura di vincere, approfittando di un Palermo decisamente sulle gambe. Colpa anche di alcune sostituzioni discutibili di Gasperini. Impeccabili, invece, le mosse di Allegri che nella ripresa si sono rivelate decisamente vincenti.

Quattro i minuti di recupero concessi dal direttore di gara Rizzoli.

Scritto da Gianluca Capiraso

Nato ad Avellino nel 1982, iscritto all'Albo Nazionale dei Giornalisti Pubblicisti nel 2000 (a soli 18 anni), da 5 anni vive a Milano dopo aver "girovagato" tra Roma e Firenze. Il suo primo articolo, pubblicato su un quotidiano locale, risale a inizio 1998, neanche 16enne. Segue da vicino le vicende sportive di diversi club italiani, dalla serie A alla Lega Pro. Segui @Capiraso

Curva Milan

Serie A in Campo: Si Gioca Palermo-Milan

Cavani Infortunato, Niente Atalanta-Napoli