Nocerina-Avellino, Trasferta Libera o con la Tessera del Tifoso?

stadio avellino

Battuto il Sorrento dell’ex Bucaro ed allontanati i fantasmi delle recenti rimonte, l’Avellino può già pensare al derby di venerdì sera (anticipo in diretta tv su SportItalia, con calcio d’inizio alle ore 20.30) al “San Francesco” di Nocera Inferiore contro i cugini della Nocerina. In Irpinia si appronta una mobilitazione, ma molto dipenderà dal provvedimento (atteso in settimana) con il quale si stabilirà se si tratterà di una trasferta “libera” oppure se necessaria la tessera del tifoso.

 

Gigi Castaldo Avellino
A sinistra Gigi Castaldo, il più atteso di Nocerina-Avellino. A destra Biancolino, la sua presenza sarà in dubbio

 

E’ storicamente il derby dell’amicizia della regione Campania, tra due tifoserie amiche praticamente da sempre. Guai a definirlo gemellaggio – termine non molto amato soprattutto dagli ultras – ma tra i tifosi di Avellino e Nocerina vige da un anno un rapporto di reciproco rispetto, dovuto probabilmente ad un fattore predominante in comune: l’antipatia, per non dire odio, nei confronti dei vicini della Salernitana. Ma anche per il Benevento, la Juve Stabia ed il Savoia (dimenticandone sicuramente altre…)

Nell’ultima sfida andata in scena al “San Francesco”, a onor del vero, qualcosa rischiò di rovinare quest’eccellente rapporto, che dovrebbe essere da esempio per le altre tifoserie della regione Campania e del sud in particolare. Al di là del singolo episodio – poi comunque circoscritto e soprattutto rientrato a tempo di record – non è un mistero che ai tifosi molossi non sia mai andato giù il buon rapporto di amicizia che gli avellinesi vantano (da anni) con i “colleghi” della Cavese. Un’altra amicizia che si è solidificata negli anni nel nome dell’anti-salernitanità (ovviamente nel senso genuino del termine), sempre in voga sia ad Avellino che a Cava dè Tirreni (come d’altronde nella stessa Nocera).

La prevedibile (se non scontata) pioggia di fischi che attenderà Gigi Castaldo al suo ritorno per la prima volta da avversario al San Francesco (con la maglia dell’Avellino) di certo non aiuterà il clima sugli spalti tra le opposte tifoserie.

Ora, però, storie e simpatie a parte, c’è da organizzare un derby, ed in particolare la trasferta del pubblico irpino, sperando che da parte degli organi preposti non ci siano limitazioni di sorta. Potremmo assistere davvero ad un grande spettacolo, magari davanti a quasi 10mila spettatori (se almeno 3mila arriveranno dall’Irpinia) malgrado la diretta tv rischi di trattenere qualcuno a casa, comodamente sul divano.

Leggi anche -> Derby Nocerina-Avellino, Iniziativa “Porta un Amico allo stadio” di Luigi Storti
Leggi anche -> Pisa-Nocerina, Auteri Contro Giornalista, Rissa Sfiorata in Conferenza Stampa di Dario De Simone
Leggi anche -> Nocerina-Avellino, Derby Campano in Diretta Tv su SportItalia di Gianluca Capiraso