Nelson Mandela morto, il Mondiale in Sudafrica merito suo

All’età di 95 anni é morto Nelson Mandela, o Madiba come amava chiamarlo la sua gente, nella sua abitazione di Johannesburg. Un grande uomo è deceduto nella serata di ieri, che si è molto impegnato nella lotta contro l’apartheid, nella politica ma anche nello sport. Simbolo di questo impegno è stata la sua forte volontà di far giocare i Mondiali di calcio in Sudafrica nel 2010 dopo che nel 1995 il Paese Africano era riuscito ad ospitare e a vincere la Coppa del Mondo del rugby.

Mandela è stato premio Nobel per la pace nel 1993 e presidente del Sudafrica dal 1994 al 1999 dopo quasi 28 anni di prigionia per la sua forte partecipazione alla lotta contro l’apartheid. Da giovane è stato un grande appassionato di box ed ha sempre ritenuto lo sport come un palconoscenico in cui poter ancor di più promuovere l’uguaglianza tra tutti gli uomini, in particolar modo per il suo Paese.

mandela nelson

Dopo essere riuscito a portare in Sudafrica nel 1995 una competizione importante come la Coppa del Mondo per rugby, nel 2010, seppur vecchio e malato, è riuscito a dare il suo forte contributo per portare nel Paese Africano il Mondiale di calcio. Purtroppo in quella occasione non ha potuto partecipare alla cerimonia d’apertura perché da poco deceduta una sua nipote ma stupì tutti quando si presentò, con il consueto sorriso sulle labbra, alla cerimonia di chiusura. Il mondo intero ha perso uno sportivo ma soprattutto un grande uomo che non solo il Sudafrica, ma noi tutti, dovremmo dire grazie per quello che ha fatto e per gli insegnamenti che ci ha lasciato.