Napoli-Young Boys 3-0: la cronaca della partita

Continua il momento d’oro per il Napoli anche in Europa League. Al San Paolo è di scena il ritorno contro lo Young Boys valido per la qualificazione ai sedicesimi di Europa League. In campo le seconde linee e ampio turnover per Rafa Benitez. Classico 4-2-3-1 con Mesto e Britos esterni di difesa, Inler e Gargano mediani e Zapata unica punta con Mertens, De Guzman e Insigne alle spalle. Primo tempo con molto possesso palla e poche azioni per il Napoli, che crea gioco soprattutto sulle fasce e con lanci lunghi. Ed è da un lancio lungo che parte la gara dei campani.

Koulibaly lancia Insigne dai 50 metri che di destro ci prova al volo, Mvogo è attento e respinge fuori. Al 14’ Mertens trova di nuovo Insigne: destro a giro a cercare il palo lontano, Mvogo blocca la sfera. Al 20’ Mertens fa filtrare la palla verso Zapata che scatta sul filo del fuorigioco, lancio al centro e tiro di De Guzman, ma il canadese non trova la porta. Elvetici troppo poco incisivi e schiacciati dai partenopei che fanno girare bene la palla fino al 36’, quando Insigne con la sua solita giocata si accentra e prova il tiro a giro, ma la sfera finisce sopra la traversa. Al 37’ primo cambio: Britos prende un pestone in testa e lascia il campo per Ghoulam. Al 43’ prima vera azione da goal per il Napoli che porta la firma di Insigne: da fuori area il campano carica il destro e la palla prende la traiettoria giusta, ma Mvogo ci arriva con le dita e manda la palla alta.

Sono 3 i minuti di recupero in questo primo tempo, ma ne bastano 2 a De Guzman per portare il Napoli in vantaggio. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo il canadese prende palla e dalla sinistra inventa di destro un arcobaleno che termina sotto l’incrocio dei pali: 1-0. Secondo tempo più pimpante. Lo Young Boys non trova una vera dimensione in campo e il Napoli ne approfitta con un vero e proprio tiro al bersaglio. Al 47’ ci prova Mertens, ma la palla trova l’esterno della rete. Al 55’ discesa di Mesto, cross basso per Zapata, ma il tiro dell’attaccante schizza alto sopra la traversa. Al 59’ è Insigne a calciare la sfera, che termina alta sulla traversa. 65’ raddoppio Napoli: azione personale di Zapata che scarta due avversari e serve a De Guzman il più semplice dei goal.

Girandola di cambi: dentro Callejon per Insigne. E subito lo spagnolo fa tremare i tifosi elvetici. Passaggio di Mertens e tiro dello spagnolo, ma la sfera è centrale e facile presa per il portiere. All’82’ si chiude la partita: De Guzman è dinamite pronta a saltare oggi. Su una respinta corta degli elvetici l’attaccante si lancia e spedisce la palla in rete. Esplode l’urlo del San Paolo e dell’attaccante che si porta a casa il pallone e lancia il Napoli sul 3-0. I minuti finali vedono l’ingresso in campo del Pipita e normale amministrazione per gli uomini di Benitez che con questo successo centrano il primato nel girone.

NAPOLI-YOUNG BOYS: LA SINTESI DI MEDIASET PREMIUM

NAPOLI-YOUNG BOYS, LA TRIPLETTA DI DE GUZMAN