Napoli-Verona 6-2, la cronaca del match: le furie spagnole piegano i gialloblù

Vittoria e bel gioco per il Napoli targato Higuain-Callejon, che con cuore e testa batte l’Hellas Verona per 6-2. Benitez schiera in campo tutti i titolari con Insigne, Hamsik e Callejon alle spalle dell’unica punta Higuain. Fischio iniziale di Gervasoni e dopo soli 29′ il San Paolo pesca il 90 e la paura gela i tifosi napoletani. Su una respinta corta di Albiol si avventa Hallfredsson che al volo da fuori area centra la rete alle spalle di un incolpevole Rafael. Partita subito in salita per gli azzurri, che tentano la reazione con Insigne, ma il suo colpo di testa su cross di Hamsik è facile presa per il portiere veneto.

Il Verona crea gioco e all’8’ ancora Hallfredsson sfiora il raddoppio con un sinistro respinto da Rafael che blocca poi su Toni pronto al tapin. Il Napoli lotta in mezzo al campo e ci prova sull’asse Insigne-Higuain: il napoletano pesca lo spagnolo che con un tiro al volo indirizza la sfera in porta, ma Rafael è un muro. Il pareggio non arriva per il Napoli, che si trova a lottare con un Rafael in giornata. Al 22’ ci prova l’ex Jorginho e subito dopo Insigne due volte da lontano, ma la saracinesca abbassata da Rafael non cede. Devono trascorrere 42 minuti per riuscire a battere il portiere veneto: dopo un vero e proprio assedio da parte dei napoletani, Hamsik di controbalzo trova la rete del pareggio, prima dello scadere del primo tempo.

Sulle ali dell’entusiasmo si riapre il secondo tempo così come era terminato il primo, con il Napoli all’attacco. Al 49’ lancio di Insigne per Callejon che di destro non trova la porta. È solo il preludio al goal che arriva ancora dai piedi di Hamsik, che prima di sinistro, e poi di destro, sulla respinta di Rafael, centra la rimonta azzurra. Comincia la ruota dei cambi; l’ex Cagliari Nenè prende il posto di Toni e Nico Lopez sostituisce Sorensen al 66’. Passano 2 minuti e subito l’ex Roma centra il pareggio su azione personale. La gioia dei veneti dura solo 2 minuti. Higuain, ancora a secco di goal in campionato, centra la rete con un sinistro rasoterra. Reazione Hellas con Saviola, ma Rafael è attento sullo spagnolo. Non è attento invece il portiere hellese su un tiro di Callejon che spazza via definitivamente i sogni del Verona. Napoli 4 Verona 2.

Sembra la fine di un bel match, ma Higuain sale in cattedra. All’81’ centra la rete su passaggio del connazionale Callejon, servito da uno straordinario Albiol, autore di una corsa di oltre 60 metri palla al piede. Al 90’ l’epilogo: Mertens viene steso in area da Hallfredsson e Gervasoni decreta il calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Higuain che non sbaglia. Tripletta per lo spagnolo e tre punti d’oro per la classifica e il morale della squadra partenopea.

Leggi anche: 

 

Scritto da Maurizio Saladino

Maurizio Saladino nasce a Lamezia Terme il 23/10/1990. Dopo la laurea triennale in Scienze della Comunicazione, consegue un Master in Editoria presso l'Università della Calabria. Attualmente è iscritto al secondo anno della laurea specialistica in Comunicazione Informazione Editoria presso l'Università degli studi di Bergamo.

Voti e pagelle Gazzetta Ufficiali Fantacalcio 8ª Giornata Serie A

Hamsik Giocatore Napoli

Gol Marek Hamsik Napoli-Verona 6-2 (Video)