Napoli, un Errore Cedere Gargano

Alla luce delle ultime giornate di campionato appare evidente che che il Napoli ha commesso un errore quando ha deciso di Cedere Gargano. La fantastica prestazione della linea mediana dell’Inter a Torino con la Juve ha fatto storcere la bocca a tutti i tifosi partenopei che non hanno visto di buon occhio la campagna cessioni di De Laurentis. Se la dolorosa cessione di Lavezzi può essere giustificata dalla maestosa offerta del Psg, meno logica, alla luce delle recenti prestazioni dell’uruguaiano, appare il prestito di Gargano all’Inter.

Il sudamericano infatti, dimostra di domenica in domenica di essere un elemento essenziale dello scacchiere disegnato da Stramaccioni, dando qualità e quantità al centrocampo nerazzurro. Ad onor del vero Gargano non rientrava nei piani nè di De Laurentis nè del tecnico Mazzarri, che lo aveva ormai da tempo relegato a riserva di lusso. E’ altrettanto vero, però, che obiettivo neppure tanto celato dei partenopei era quello di ampliare la rosa, mettendo a disposizione del suo tecnico un organico in grado di non far rimpiangere le assenze dei suoi top players.

Il calciatore sarebbe tornato sicuramente utile in ottica turnover facendo magari rifiatare calciatori inamovibili. Appare quindi contraddittoria la scelta di privarsi del centrocampista in quanto nel corso degli anni il calciatore ha dimostrato di essere in grado di garantire prestazioni eccellenti soprattutto nelle gare più importanti.

Se si guardano la gare giocate dal calciatore negli ultimi anni si scopre come lo stesso dia il meglio di se nelle gare contro le formazioni più blasonate. Non è quindi da escludere in ottica futura un ritorno del calciatore alla corte di De Laurentis, Moratti permettendo.