Napoli-Sampdoria 2-1, Sarri: “Secondo tempo di mentalità”

“Secondo tempo di mentalità” Così Maurizio Sarri ai microfoni di Mediaset Premium dopo Napoli-Sampdoria, terminata 2-1 in favore degli azzurri grazie alla rete decisiva di Tonelli al ’94. Il tecnico appare soddisfatto per la vittoria ottenuta in extremis in rimonta, dopo che gli ospiti erano stati a lungo in vantaggio.

Ecco le sue parole: “Sicuramente l’atteggiamento mentale che abbiamo avuto nel secondo tempo è un salto di qualità. Abbiamo fatto fatica nel primo tempo, la Sampdoria ci pressava altissimo, poi anche per il campo pesante non potevano esprimere il nostro solito modo di giocare. Poi aggiunge: “Nel secondo tempo la squadra ha avuto mentalità e voleva ribaltare la partita, alla fine abbiamo meritato”.

Sulla rabbia di Ferrero per l’arbitraggio: “Capisco l’amarezza della Sampdoria, perché prendere gol al ’94 da fastidio, ma come tiri è finita 25-7 per noi”. Ancora: “Non parlo dell’arbitraggio, cinque minuti di recupero mi sembravano il minimo, c’era una situazione su Callejon in area dubbia, un’ altra su Mertens, quindi anche noi non eravamo soddisfatti dell’arbitro. Poi forse Silvestre non ha toccato Reina, ma comunque è andato a dargli fastidio e questo ha tratto in inganno l’arbitro”

Su Tonelli: “Lui ha avuto pazienza con noi, ma anche noi con lui, dato che non si è allenato per tanto tempo. I ragazzi sono stati bravi perché alla fine abbiamo giocato con tanti attaccanti ma non siamo andati in confusione, loro erano molto aggressivi e ci hanno messo in difficoltà. Probabilmente abbiamo pagato a livello di brillantezza per la lunga sosta”.

Quindi conclude su Gabbiadini, a domanda dallo studio, su un eventuale trasferimento: “Gabbiadini ha la mia fiducia, come potete vedere lo sto mettendo quando la gara è in bilico, di mercato non so, per me è un giocatore come gli altri e continuerò a utilizzarlo”.

Napoli-Sampdoria 2-1, il Video con la Sintesi Sky

Video | Tifosi Napoli Esultanza al Gol di Tonelli contro la Sampdoria