Napoli-Inter 4-2: Fernandez, Insigne e la rivincita su Mazzarri

Insigne non ha segnato. Fernandez non ha certo replicato la doppietta contro il Bayern Monaco. Ma in Napoli-Inter i due si sono tolti uno sfizio non da poco. Per l’ex tecnico dei partenopei erano come invisibili. Mazzarri vedeva poco Insigne e per niente Fernandez. Il primo, con Benitez, ha fatto passi da gigante. Il secondo, lentamente, è diventato titolare di una difesa che, bisogna dirlo, comunque non eccelle.

Ma stasera i risultati dei singoli, forse, primeggiano addirittura sul risultato straordinario della squadra. Il 4-2 non rende certo onore alla gara. Risultato forse addirittura troppo largo (e poteva andare anche peggio all’Inter se Pandev non si fosse divorato l’occasione dal dischetto) con l’Inter mazzarriana che avrebbe forse meritato di più. Il Napoli di Benitez non era quello sceso in campo contro l’Arsenal. Tutt’altro. E’ stato per lunghi tratti un Napoli molle, non arrembante, disattento e poco concentrato. Ma maledettamente cinico. 

fernandez

Cinico come Fernandez, che quando è stato chiamato in causa si è fatto sempre trovare pronto. Anche sull’errore di Maggio che poteva costare carissimo al quale, però, ha rimediato con straordinaria forza e un intervento strepitoso proprio il difensore argentino. Insigne, dal canto suo, è sempre stato al centro dell’azione. Pericoloso, sfortunato ma sempre al centro del gioco, anche quando il Napoli era costretto a difendersi. E’ così che è maturata la rivincita di Insigne e Fernandez.

Leggi anche –> Napoli-Inter, la cronaca del match
Leggi anche –> Napoli-Inter 4-2 Video Gol, Highlights e Sintesi