Lorenzo Insigne finalmente si è sbloccato, realizzando la prima rete in campionato. Oltre all’assist al bacio fornito a Callejón. “Forse se giocasse più avanti, tutte le occasioni clamorose da lui sciupate, avrebbero avuto miglior sorte”, ha affermato Bruno Giordano, l’ex numero 9 della MaGiCa, durante la trasmissione “In Casa Napoli”, in onda ieri sera su Piuenne.

Pensiero condiviso da Andrea Agostinelli, ex mister del Napoli, prima del fallimento nel 2004, che ha aggiunto: “Lorenzo accusa la stanchezza di coprire ripetutamente nel 4-2-3-1 spazi di 70 metri. E ne perde in lucidità e freschezza sottoporta. In un 4-3-3 avrebbe meno compiti difensivi e di sacrificio tattico in quanto l’avversario di turno sarebbe seguito dal centrocampista esterno”. Pino Tagliatela, invece, è contento delle prestazioni di Insigne: “A me è piaciuto” e poi ha aggiunto: “In questo modulo, Lorenzo si sta formando ulteriormente. Con sacrificio e dedizione ricopre mansioni che non conosceva e che al tempo stesso lo completano”.

Leggi anche: