Napoli-Dnipro 1-1, Fedele: “Benitez, Jorginho titolare perché?”

Fanno discutere ancora una volta le scelte di formazione di Rafa Benitez in una gara così importante come quella con il Dnipro. Soprattutto quella di schierare il centrocampista Jorginho nell’undici titolare. Il calciatore quest’anno rispetto agli altri colleghi di reparto è quello che ha giocato di meno e ha avuto più difficoltà dei compagni ad adattarsi al modulo del tecnico spagnolo. Anche i cambi a partita in corso sono apparsi un po’ tardivi, sia Gabbiadini che Mertens magari sarebbero potuti entrare prima per cercare di fare quel gol che avrebbe messo al sicuro il risultato. Anche a centrocampo uno come Inler avrebbe fatto sicuramente più comodo. Lo svizzero infatti è dotato di un gran tiro dalla distanza e poteva essere un’alternativa ad altre soluzioni offensive, per cercare di trafiggere l’insuperabile portiere ucraino Boiko.

Anche Enrico Fedele noto procuratore sportivo, intervistato da Radio Marte Sport Live va controcorrente, ed analizzando la gara del San Paolo non risparmia qualche critica al tecnico spagnolo: Avrei inserito prima Gabbiadini, e spostato Hamsik in mediana al posto di Jorginho. Perché Benitez ha schierato l’italo-brasiliano dopo le critiche contro il Milan? Voleva forse dimostrare di aver ragione a non credere in lui in questa stagione stagione? Benitez è testardo, fautore delle sue idee. Arbitraggio? Per me è stato clamoroso anche quando lo scorso anno abbiamo vinto a Torino per il fallo di Higuain su Glik: gli arbitri sbagliano sia a favore che contro. Mi sembra ingeneroso dire che abbiamo pareggiato per colpa dell’arbitro, pur riconoscendo il clamoroso errore del guardalinee”.

Leggi anche: