Napoli-Chievo 0-1, voti e pagelle: Hamsik migliore in campo

Il Napoli perde la prima al San Paolo contro il Chievo, una partita a dir poco stregata per la squadra di Rafa Benitez. Gli azzurri oltre al rigore sbagliato da Gonzalo Higuain ad inizio gara, sprecano davvero tante occasioni. Come avevamo previsto nella consueta analisi pre-partita, Corini si schiera con il modulo 3-5-2 con la chiara intenzione di chiudere tutti gli spazi e ripartire in contropiede. Ed infatti con una ripartenza ben orchestrata all’inizio del secondo tempo passa in vantaggio, complice la solita disattenzione difensiva degli azzurri. Migliori in campo per i gialloblù il portiere Bardi, davvero in giornata strepitosa, e il centravanti Maxi Lopez che capitalizza al massimo l’unica occasione gol avuta nel match.

Le pagelle di Napoli-Chievo:

Rafael: 6 Nulla può in occasione del gol del Chievo, il tiro di Maxi Lopez è deviato da Zuniga. Inoperoso nel primo tempo, appare ancora un po’ incerto nelle uscite.

Maggio: 5.5  Sull’out destro trova l’avversario più scomodo, il rapido Lazarevic che gli dà un gran da fareIn fase offensiva si propone puntualmente in sovrapposizione con Callejon, ma i suoi cross sono sempre imprecisi.

Albiol: 5 Ancora una volta da una sua disattenzione nasce il gol dell’avversario. Si perde Maxi Lopez che sigla il gol del vantaggio e pregiudica la gara. Dov’è finito il difensore esperto che conoscevamo?

Koulibaly: 6 Il francese questa volta in fase difensiva non commette errori, sempre presente  nel vivo del gioco. Si propone spesso in fase offensiva sulle palle inattive con discreti risultati, sfiora anche il gol del pareggio.

Zuniga: 6 Ancora non è al top della forma e si vede, ma questa volta rispetto alla partita contro Genoa è più propositivo in fase d’attacco. Qualche spunto dei suoi che non sortisce però gli effetti sperati. Fa bene la diagonale in occasione del gol del Chievo, sfortunato sulla deviazione.

Inler: 5.5 Soffre la superiorità numerica del Chievo a centrocampo, va in affanno quando gli avversari ripartono in contropiede. Impreciso nelle conclusioni dalla distanza.

Jorgihno: 5 Forse la sua peggior partita da quando è al Napoli. Da lui ci si aspetta qualcosa in più. E’ anche suo l’errore che fa nascere il vantaggio del Chievo, troppo morbido su Lazarevic che gli sfugge e serve l’assist a Maxi Lopez. De Guzman: 5.5 Benitez lo schiera prima al posto di Jorgihno, poi alto a destra al posto di Callejon. Questa volta l’olandese non è determinante come a Genova, nessuna azione degna di nota.

Hamsik: 6.5  Il migliore in assoluto del Napoli. Questa volta è molto propositivo soprattutto in fase offensiva. Serve assist a ripetizione ai compagni d’attacco e prova in tutte le maniere a battere l’insuperabile Bardi, sfortunato.

Callejon: 5.5 Lo spagnolo è irriconoscibile in questo inizio di stagione, non supera mai l’avversario e non incide sulla gara. Soffre maledettamente i continui raddoppi di marcatura a cui è sottoposto. Zapata: 5.5 Entra nei 15 minuti finali e sfiora il gol del pareggio nell’unico cross decente che gli arriva dalle fasce, non poteva fare di più.

Insigne: 5 Il ragazzo è in chiara difficoltà sotto l’aspetto psicologico. Sbaglia le cose più semplici e spreca una nitida palla gol nel secondo tempo. Benitez in questo momento dovrebbe preferirgli Mertens che appare nettamente più in forma. Mertens: 5.5 Entra al minuto 57 ma questa volta non incide sulla gara. Si impegna come sempre, ma con il Chievo rintanato nella propria metà campo tutto diventa più difficile.

Higuain: 5.5 Inizia alla grande l’argentino, procurandosi il rigore con una giocata delle sue. L’errore dal dischetto però pesa come un macigno e cambia le sorti della gara. Negli ultimi 15 minuti Benitez lo schiera dietro Zapata, scelta alquanto discutibile, l’argentino dovrebbe stare sempre al centro dell’attacco.

Leggi anche: