Morto Vujadin Boskov: allenò il Napoli tra il 1994 e il 1996

Alla veneranda età di 83 anni è morto Vujadin Boskov, leggenda del calcio e, in particolare, ex allenatore di Ascoli, Roma, Sampdoria, Napoli e Perugia. I funerali si svolgeranno a Begec, cittadina serba di cui Boskov era originario, martedì prossimo.

Allenò il Napoli dal 1994 al 1996. Era l’epoca di Pecchia (attualmente secondo di Rafa Benitez), Policano, Sbrizzo, Bordin, Fabio Cannavaro, Imbriani e Boghossian. Nella prima stagione (in cui si insediò prima come direttore tecnico degli azzurri, poi in qualità di allenatore) raggiunse il settimo posto in campionato; nella seconda, in cui la rosa partenopea iniziò inevitabilmente ad indebolirsi, raggiunse il dodicesimo posto.

Vujadin Boskov, però, più che un allenatore, era diventato, a maggior ragione negli ultimi tempi, l’emblema di un calcio romantico che, ormai, appartiene a ben altri tempi, a ben altri campionati. Del tecnico serbo resteranno nella storia alcune frasi indimenticabili a memoria del calcio che fu.

Leggi anche –> Vujadin Boskov, l’intervista su Diego Armando Maradona (Video)
Leggi anche –> Vujadin Boskov, le frasi celebri entrate nella storia
Leggi anche –> Boskov, il ricordo della SSC Napoli su Twitter
Leggi anche –> Vujadin Boskov, Pecchia: “Fu lui a chiamarmi avvocato”