Maradona al San Carlo, Saviano: “Simbolo della Napoli del riscatto”

“Un mito”, è questo il primo pensiero di Roberto Saviano quando gli viene chiesto di Diego Armando Maradona. Lo scrittore, natio di Napoli e tifoso della squadra azzurra, ha raccontato, nel corso di un’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport, il suo legame con i colori azzurri e tra le domande non poteva mancare quella sul Pibe de Oro che proprio questa sera esordirà al San Carlo nello spettacolo “Tre volte 10”, scritto e diretto da Alessandro Siani.

Saviano ha vissuto appieno gli anni del Napoli di Maradona, un ricordo che resta vivo nella memoria dello scrittore: “Purtroppo non ho mai avuto il piacere di conoscere un mito come Maradona. Nutro nei suoi confronti un grande affetto. Lui per me è ancora Napoli: da ragazzino – racconta – tifavo per lui, sono cresciuto con quel Napoli ed è stato una possibilità di riscatto”. Periodo quello che verrà rivissuto dal Pibe de Oro questa sera al San Carlo nel corso dello spettacolo di cui è protagonista, che già da giorni è sold out e al quale Saviano non potrà prender parte perché impegnato a Milano.

Un periodo che nessun tifoso del Napoli potrà dimenticare. Da allora sono trascorsi diversi anni e Saviano non ha più avuto modo di frequentare con la stessa assiduità il San Paolo: “Da quando la squadra è in questa dimensione non l’ho mai vista dal vivo – ammette. Sono tifoso del Napoli da sempre e da ragazzino andavo spesso al San Paolo. Mi piacerebbe ritornarci, credo sarebbe molto complicato, ma si potrebbe anche fare e organizzare”. Saviano però ammette: “Del gruppo di Sarri non conosco nessuno, solamente Aurelio (De Laurentiis ndr). Non si può non conoscere Aurelio, è un personaggio”.

Napoli-Real Madrid, Biglietti falsi? Controlli aumentati

Biglietti Napoli-Fiorentina: Prezzi (Coppa Italia)