Juventus-Napoli, Sconcerti: “Non contemporaneità ingiustificata”

Mario Sconcerti editorialista  Sky e del Corriere della Sera è stato intervistato dalla trasmissione Marte Sport Live. Il noto giornalista si è espresso sulla vicenda della non contemporaneità del campionato, in particolare di Juve-Napoli e Lazio-Roma, e sul futuro di Rafa Benitez che oramai sembra sempre più lontano da Napoli: “La contemporaneità è sempre stato un classico nel finale di stagione, non capisco il motivo per il quale quest’anno non è stato fatto. Quest’affare mi dà molto fastidio. Questa è una regola e dovrebbe essere rispettata. Anche il derby di Roma, con un buon risultato del Napoli a Torino, prenderebbe un altro significato. La non-contemporaneità è una sciocchezza così grande che fa pensare alla malafede”.

Sul tecnico spagnolo Sconcerti sembra convinto che il cambio dell’allenatore possa portare benefici alla squadra azzurra: “E’ un ottimo allenatore, ma il suo ciclo si è chiuso. Lo spagnolo ha dato qualcosa soprattutto dal punto di vista della mentalità, sono stati due anni di scontro culturale ad alto livello. In questi due anni il Napoli è cresciuto, ma adesso serve qualcosa di diverso, un nuovo combattimento”.

Leggi anche: