Intervista Benitez: “Siamo al 75%, anche se dà fastidio a qualcuno”

C’è la sosta e così Benitez, tra un allenamento e l’altro con quelli che non sono stati convocati in Nazionale, traccia un bilancio di questa prima parte della stagione: “E’ un bilancio che posso definire fantastico: soprattutto per una squadra che gioca la Champions, d’altronde è stato il miglior inizio di sempre”. Per Benitez solo gli episodi hanno condannato alla sconfitta i suoi uomini sia contro la Roma sia contro la Juventus.

Mentre sulla polemica innescata da Conte che non vede un Napoli pronto solo al 75% il tecnico spagnolo risponde: “La squadra può migliorare ancora, anche se a qualcuno dà fastidio quando lo dico. Siamo la squadra che ha segnato di più nei primi 15 minuti di ogni partita. Stiamo lavorando sulla fase difensiva, con quelli che sono rimasti qua, lo faremo anche quando torneranno gli altri. Lavoriamo anche sull’attacco, vogliamo sempre migliorare”.

Poi lo sguardo va già a Dortmund dove il Napoli si gioca una buona fetta di qualificazione agli Ottavi di Finale della Champions League: “E’ meglio chiudere il discorso prima, senza aspettare dicembre per passare il turno, sarà difficilissimo perché il Dormund è una grandissima squadra”.

Quindi una divagazione sui singoli: “Hamsik? Sono sereno perché quando parlo con lui noto disponibilità, propositività e abnegazione”. Higuain? “Fa giocare bene anche i compagni che sono vicini a lui. Dobbiamo trovare il modo di fargli arrivare palla davanti quando la squadra avversaria è bassa, lui sa fare la differenza”.

benitez e de laurentiis

Quindi una postilla sul mercato che verrà: “Il presidente è sempre disponibile e vuole aiutarci. Non è facile operare a gennaio ma noi monitoriamo varie situazioni insieme al direttore Bigon. Se ci sarà qualche opportunità, il presidente è pronto a fare uno sforzo”.

Infine Benitez non si dimentica dei supporter azzurri e lancia un messaggio: “Il San Paolo deve darci una mano, queste squadre che sono davanti a noi, la Roma, la Juventus,  dovranno venire tutte nel nostro stadio. Il nostro stadio è la nostra forza e le altre squadre devono sentire questa pressione. I tifosi devono darci una mano anche quando le cose non vanno bene, è facile sostenere quando tutto gira per il verso giusto”.

Leggi anche — > Juventus-Napoli, Conte: Benitez se non vince lo Scudetto non ha fatto nulla

Leggi anche — > Critiche ad Hamsik, lo slovacco: “Al ritorno tutte le big al San Paolo”