Insigne contro Benitez in Napoli-Atalanta 1-1: voleva entrare in campo

Rabbia in campo, ma anche fuori. Malumori che questa sera hanno colpito diversi uomini, dall’allenatore ai calciatori partenopei. Dopo lo sfogo di Benitez è Lorenzo Insigne a palesare il suo malumore. Non è andata giù, infatti, la scelta di Benitez di mettere in campo Zapata nella ripresa per recuperare una partita che stava volgendo al peggio per l’esterno d’attacco.  Mandato a scaldarsi per diversi minuti nel secondo tempo, lo “scugnizzo” già pregustava un ritorno al San Paolo tra i suoi tifosi dopo ben cinque mesi fuori.

Ma così non è stato e il tecnico spagnolo ha scelto Duvàn invece dell’esterno napoletano. La scelta ha chiaramente innervosito Lorenzo, che ha scaricato la frustazione scagliando diverse bottiglie di acque facendo ritorno in panchina. Un malumore che sarà sicuramente superato. La rabbia è dovuta sicuramente dalla voglia di riprendere in mano la propria vita in campo e non uno sfogo diretto contro l’allenatore, che ha sicuramente indovinato il cambio inserendo Zapata.

NAPOLI-ATALANTA 1-1: TUTTE LE NOTIZIE

Scritto da Maurizio Saladino

Maurizio Saladino nasce a Lamezia Terme il 23/10/1990. Dopo la laurea triennale in Scienze della Comunicazione, consegue un Master in Editoria presso l'Università della Calabria. Attualmente è iscritto al secondo anno della laurea specialistica in Comunicazione Informazione Editoria presso l'Università degli studi di Bergamo.

Napoli-Atalanta 1-1, la grande onestà di Reja: “Era fallo”

Napoli-Atalanta 1-1, Henrique: “L’arbitro ha influenzato la partita”