Inchiesta Fidejussioni False, Coinvolte Società di Lega Pro

guardia di finanza fidejussioni

scandalo lega proUn nuovo scandalo sta interessando, nelle ultime ore, il calcio italiano. Su un esposto presentato dal rappresentante legale della Lega Pro, è scattata l’indagine su presunte fidejussioni rilasciate a molti club della terza serie italiana tra cui Como, Chieti, Casale Monferrato Calcio, Treviso, Bellaria ed Avellino.

Tutte le società avevano richiesto le opportune garanzie per l’iscrizione ai campionati di appartenenza ad alcuni istituiti di credito o per il tramite di broker lombardi che avrebbero, poi, trasferito fondi falsi a chi ne faceva richiesta per procedere all’iscrizione ai relativi campionati.

“Truffa” o “tentativo di truffa”, quindi, già sottoposta al vaglio degli inquirenti ed in particolar modo della Guardia di Finanza. Coinvolti, attualmente, solo club di Lega Pro, ma il caso potrebbe allargarsi a macchia d’olio anche in altre categorie.

Sembra, infatti, che anche altre società abbiano fatto ricorso ad altri intermediari per ottenere le garanzie fidejussione.

Tra i club coinvolti e truffati anche l’Avellino, ma la società irpina ha già fatto sapere attraverso i suoi dirigenti che il club non corre nessun rischio visto che nel luglio scorso, prima del deposito della garanzia, aveva fatto ricorso ad un istituto di credito locale e non più all’intermediario incriminato.

La truffa dovrebbe scagionare tutti gli attori coinvolti nell’inchiesta, i quali dovrebbero costituirsi come “parte lesa” all’interno del procedimento.