Higuain-Napoli, il fratello: “Lo ha chiamato chiattone. Abbiamo sopportato di tutto”

A Napoli è scoppiato oggi il caso Higuain dopo le dichiarazioni del fratello procuratore, che rincara la dose: “De Laurentiis lo ha chiamato chiattone, abbiamo sopportato di tutto“.

Dichiarazioni al vetriolo quelle di Nicolas Higuain, fratello procuratore del Pipita, a Radio Crc, che ha aperto scenari negativi per il Napoli, visto che, dalle sue parole, sembra proprio che il recordman di gol in una sola stagione di Serie A non sia intenzionato a firmare il rinnovo, e, anzi, voglia cambiare aria al più presto.

La colpa di tutto ciò, secondo il fratello di Higuain, non è ovviamente della città di Napoli o dei napoletani, ma del presidente De Laurentiis, colpevole di non voler rafforzare la squadra: “Abbiamo dovuto anche sopportare in un momento delicato della stagione che De Laurentiis chiamasse Gonzalo ‘chiattone’ e certe cose si fa fatica a mandarle giù. Al momento – spiega il procuratore – non c’è in programma nessun incontro col presidente del Napoli, con lui ho un ottimo rapporto e ciò che sto dicendo oggi l’ho detto a lui in precedenza per cui non sto dicendo nulla che De Laurentiis non sappia”.

Sul futuro a breve termine del Pipita: “Gonzalo non so se si aggregherà con la squadra a Dimaro o se raggiungerà il Napoli dopo. Nel mio cuore c’è sempre questa città, la ammiro e la rispetto così come mio fratello, amiamo la tifoseria e questo rapporto di amore non è un problema, anzi. Il problema è calcistico, – chiarisce l’agente – pensiamo che il progetto non permetterà a questa squadra di fare una bella figura in Champions”.

AGENTE HIGUAIN SHOCK: “RINNOVO? NON SE NE PARLA”