Ferlaino condannato per abuso edilizio a Roccaraso: la sentenza

L’ex presidente del Napoli dei trionfi Corrado Ferlaino è stato condannato per abuso edilizio.

La sentenza è stata resa nota ieri nel tardo pomeriggio ed è stata scritta dal giudice Valeria Gioeli del Tribunale di Sulmona. L’ex presidente del Napoli è stato condannato per aver recintato in maniera impropria alcuni fabbricati di Roccaraso: così Ferlaino dovrà scontare cinque mesi di carcere e dovrà pagare un’ammenda di 13 mila euro con la parti civili che verranno risarcite in separata sede.

Ferlaino non era l’unico degli indagati perché insieme all’ex presidente azzurro perché imputati c’erano Claudio D’Amico, progettista, e Andrea Oddis, titolare della ditta che ha eseguito i lavori. Ferlaino è stato accusato, quale rappresentante legale dell’impresa, per “…aver realizzato la recinzione dell’area lottizzata in assenza della necessaria variante urbanistica e quindi eseguita senza titolo”.

Intanto i difensori dell’ex presidente del Napoli, Vincenzo Colaiacovo e Francesco Giacquinto, hanno fatto sapere che ricorreranno in appello poiché secondo loro Ferlaino avrebbe seguito una procedura cristallina non credendo assolutamente di incorrere in un sistema contro legge.

Leggi anche: