Felipe Anderson e il Napoli: “Gli azzurri mi volevano in prestito”

Felipe Anderson è una delle stelle del nostro campionato se si considera la giovane età (21 anni) e i numeri che sta dimostrando di avere e che stanno portando in alto la Lazio. Per lui prima stagione da titolare con Stefano Pioli che sin dal suo approdo sulla panchina biancoceleste ha sempre detto di credere fermamente nelle qualità del brasiliano, considerato al livello di Neymar dai tifosi del Santos, squadra in cui i due hanno giocato insieme.

Ma per Felipe Anderson l’esperienza in Italia non è cominciata benissimo. Nella scorsa stagione prima un infortunio lo costrinse a stare fermo e poi le scelte di Petkovic che lo vedevano sempre partire dalla panchina. Lo stesso brasiliano ha parlato ai microfoni di Globoesporte rivelando anche un retroscena sul Napoli: “L’approdo in Italia non è stato come mi aspettavo, pensavo che dopo due o tre mesi sarei stato in grado di giocare con regolarità, invece così non è stato. Su di me c’erano diverse squadre, tra cui il Torino, il Napoli e altri club di Serie A. Ho parlato con tutti, ma grazie a Dio queste ipotesi di prestito non si sono concretizzate. Con l’arrivo di Pioli ho maggiore libertà, mi sono sentito più libero di giocare e creare gioco”.

Leggi anche: