Fabio Cannavaro attacca il Napoli: “Non si punta al futuro”

Sembra che ormai sia di moda attaccare il Napoli e la sua dirigenza. Certo, interpretando le passioni e le pulsioni dei tifosi, magari si guadagna quel pizzico di consenso perso a causa di scelte personali e professionali poco condivisibili, ma forse si rischia di cadere nel più becero qualunquismo.

Dopo le dichiarazioni di Michele Criscitiello a Radio CRC di ieri che hanno causato i malumori dei tifosi partenopei, a schierarsi contro il Napoli questa volta è Fabio Cannavaro. Andato via da Napoli nel 1995, gli venne voglia di tornare in azzurro a fine carriera, quando ormai i giochi erano fatti. Si vocifera, però, che all’ex Capitano della Nazionale Campione del Mondo, De Laurentiis avesse proposto di venire a Napoli nei periodi più scuri. In quei periodi in cui Paolo, il fratello minore, decise di abbracciare e sposare la causa partenopea e di diventarne capitano. Nel bene e nel male.

Adesso, dall’alto, quasi a pontificare, ecco venire fuori i giudizi contro il Napoli, le interpretazioni tout court dei sentimenti e delle passioni dei tifosi. “Quando va via un giocatore come Cavani, dopo che lo scorso anno era già andato via Lavezzi, è chiaro che c’è grande rammarico dei tifosi, perché sono segnali che fanno capire che non si punta al futuro”. Così l’ex bianconero a margine di un’iniziativa a favore di Città della Scienza. 

Aurelio De Laurentiis

Il paradosso è, però, che (come se non bastasse) il consiglio per De Laurentiis è di un’incoerenza assoluta. “Con i soldi ottenuti dalla cessione di Cavani mi piacerebbe che il Napoli investisse anche in strutture”. Forse Fabio Cannavaro non ha digerito il rifiuto di De Laurentiis a concedere il San Paolo per l’amichevole di beneficenza in favore di Città della Scienza. Fatto sta che i napoletani possono ritenersi fortunati. Il capitano azzurro Paolo Cannavaro è, forse, tra i due il vero interprete di Napoli e della napoletanità.

Leggi anche –> Criscitiello contro Napoli: “Società impreparata al dopo Cavani”

Scritto da Massimo Esposito

Napoletano di nascita e cilentano d'adozione, è appassionato di letteratura sportiva e del Calcio Napoli. Nasce economista per svista con la grande necessità di comunicare e di trasmettere. Di condividere e di parlarne. Il tempo libero (spesso troppo) è dedicato alle sue grandi passioni, tra cui i cani. Massimo Esposito su Twitter

Napoli 2013-2014, parte a Castel Volturno la nuova stagione del Napoli

CalcioMercato Napoli, Pedullà: “Verratti al Napoli? Vuole solo il Real Madrid”