Europa League, Aik Solna-Napoli: Cavani c’è. Rischio Scontri tra Tifosi

Edinson Cavani sarà in campo contro l’Aik Solna mentre Goran Pandev no. Intanto si preannuncia che c’è un rischio scontri tra i tifosi del Napoli e quelli della formazione svedese in vista della gara di Europa League. Ma cominciamo dal campo. ‘Pandemonio’ Pandev non ce la fa a recuperare, dato che non ha ancora del tutto assorbito la distorsione alla caviglia riportata a Marassi in occasione della gara con il Genoa.

Quindi la partita per lui sarà vista comodamente dal salotto di casa sua. A Stoccolma, dove la squadra di Mazzarri affronterà giovedì sera alle ore 21.05 l’Aik Solna nel quinto turno del girone di Europa League, con ogni probabilità sarà giocata da Lorenzo Insigne sin dal primo minuto. Al suo fianco Mazzarri potrà schierare il ‘Matador’ Cavani che, dato che è squalificato in campionato. In Coppa sarà assente anche Fernandez che, a sua volta, è squalificato in Europa.

Pandev sarà probabilmente arruolabile per la trasferta di campionato a Cagliari dove il Napoli, lunedì sera in posticipo (ore 19:00), giocherà contro la squadra di Pulga e Lopez. Pandev, comunque, si è allenato regolarmente in questi giorni a Castel Volturno ed ha svolto lavoro differenziato. Ed ora passiamo al pericolo tifosi. Saranno circa 700 i sostenitori azzurri che partiranno alla volta di Stoccolma.

Chiusa la vendita dei biglietti ed è stata effettuata la distribuzione dei tagliandi ai botteghini dello stadio San Paolo. Per loro in Svezia si prevede un’accoglienza caldissima da parte dei tifosi dell’Aik. Sul sito degli ultras sverigescenen.se, infatti, sono comparse minacce di vendetta contro i partenopei nel ricordo della pessima accoglienza riservata agli svedesi in occasione della partita d’andata.

Prima e dopo la gara, infatti, sostenitori dell’Aik furono aggrediti da teppisti napoletani, in diverse occasioni ed in varie zone della città, ed una decina furono complessivamente i feriti. Ora i tifosi dell’Aik giurano di volersi vendicare. “Il clima svedese – ha dichiarato Claudio Pagnozzi, il presidente del ‘Club Napoli Stoccolma’, ai microfoni di Radio Crc – è molto rovente. Un club organizzato dei tifosi dell’Aik, conosciuti come quelli più violenti, si è preoccupato di tradurre il loro appello su internet affinché i napoletani sappiano cosa li aspetterà. Il comunicato spiega che il profilo dei napoletani dovrà essere molto basso e che i supporter azzurri non dovranno portare con sé sciarpe o bandiere azzurre. Non so se la partita sarà a rischio ma consiglierei ai napoletani di non farsi riconoscere perché questa è gente che fa sul serio.

Di fatto le minacce lasciano un po’ preoccupare: “Questo – scrivono gli ultras svedesi – vale per tutti tifosi napoletani, quelli che verranno dall’Italia e anche quelli che sono residenti in Svezia. Questa volta non guardiamo in faccia a nessuno. Questa è la nostra città e dettiamo noi le regole. Gli atti che avete fatto a noi verranno vendicati”. A calmare gli animi, però, ci pensa l’ex centrocampista dell’Atalanta, Glenn Peter Stromberg: “In Svezia è aumentato il fenomeno della violenza negli stadi. Devo dire però che i sostenitori partenopei possono stare tranquilli, sarà solo una bella festa di sport”.