Empoli-Napoli 2-2, i migliori e i peggiori: Valdifiori e la Difesa Flop

Secondo pareggio consecutivo per un Napoli che dopo tre partite non è ancora riuscito a trovare la vittoria in campionato. Gli azzurri vanno subito sotto con la rete di Saponara dopo 5 minuti di gioco (ennesimo errore della linea difensiva), trovano il pareggio con una magia di Insigne, ma capitolano nuovamente con la rete di Pucciarelli (sospetto fallo di mano nell’azione della rete) prima di andare al riposo. Nel secondo tempo è Allan ad acciuffare nuovamente i toscani, con un bell’inserimento che riscatta parzialmente una partita totalmente insufficiente. Sterile il forcing finale dei partenopei, facilitato da un fisiologico calo fisico degli avversari, che riescono comunque a strappare un buon punto davanti al loro pubblico.

Che a questo gruppo e a questo allenatore serva ancora tempo viene ripetuto ormai come una litania. I tifosi devono concederlo, ma che non si dica che nel match del Castellani si siano registrati passi avanti. Un punto strappato contro un avversario modesto sulla carta, dopo essere stati due volte sotto, non può essere un “passo in avanti” per una squadra come il Napoli.

Tre mesi fa Sarri, acclamato come gran maestro della difesa, sembrava essere l’uomo giusto per dare la svolta al Napoli: dopo tre partite ci ritroviamo con 6 reti subite e una preoccupante involuzione sul piano offensivo, che continua a reggersi esclusivamente sulle immense qualità dei singoli. Lazio, Carpi, Juve, Milan, Fiorentina. Ci auguriamo che il mister riesca a trovare presto il bandolo della matassa: dopo 7 punti bruciati in 3 partite, non uscire a testa alta da questo ciclo terribile potrebbe essere il primo passo verso una stagione di basso profilo.

Ecco i migliori e i peggiori del match.

TOP:

Lorenzo Insigne: strepitoso il suo gol del momentaneo 1-1. Una magia da fuori area figlia di un sublime mix di istinto e tecnica. Ancora una prestazione convincente del talento di Frattamaggiore: il grande rebus del suo posizionamento come trequartista sembra avere già ricevuto risposte pienamente positive.

Manolo Gabbiadini: due assist e qualche giocata di buon livello. Il più pericoloso nelle conclusioni dalla distanza. A discapito di quanto dichiarato da Sarri non sembra assolutamente avere una condizione inferiore a quella dei compagni.

FLOP:

Mirko Valdifiori: si mostra al suo vecchio pubblico con una prestazione deludente. Soffre ancora la mancanza di fluidità nei meccanismi di gioco (che lui stesso sarebbe chiamato a dettare). Inconcepibile a questi livelli uscire per crampi dopo meno di un’ora di gioco.

Allan: il primo gol in maglia azzurra riscatta solo parzialmente una prestazione ampiamente al di sotto della sufficienza. Il giocatore visto in queste prime apparizioni non è neanche il lontano parente di quello apprezzato lo scorso anno a Udine e che è stato acquistato per più di 12 milioni di euro.

L’intera linea difensiva: cinque minuti e subito la prima frittata su un fuorigioco sbagliato. Poi di nuovo presi di infilata da Saponara e Pucciarelli. Sei gol in tre partite: nulla da aggiungere.

EMPOLI-NAPOLI: TUTTE LE NOTIZIE