Elezioni Presidente Figc, Abodi sfida Tavecchio?

Sarà Andrea Abodi il candidato che andrà a sfidare Carlo Tavecchio nelle prossime elezioni del presidente Figc? Per ora l’assemblea di Lega B, formata dai 22 club che militano nel campionato cadetto, ha scelto per la terza volta consecutiva Andrea Abodi come suo presidente con 16 voti favorevoli, 5 binche e 1 nulla.

Non un plebiscito, ma quasi. Soprattutto se pensiamo che Abodi è in odore di diventare il prossimo sfidante di Tavecchio per la presidenza federale. Abodi, romano di 56 anni, come abbiamo detto, rivince per la terza volta l’elezione confermandosi l’unico presidente della Lega B dal 2010, anno della sua fondazione. Porta con se, anche lui riconfermato, Andrea Corradino, presidente dello Spezia, nel ruolo di Vicepresidente ed il consigliere Andrea Cardinaletti, già AD del Palermo e oggi Amministratore Unico dell’Ascoli Picchio.

Abodi ha dichiarato che gli è stato eplicitamente chiesto di dichiarare la sua disponibilità a correre per la poltrona di Presidente Federale nelle prossime elezioni che si svolgeranno il 6 marzo. Il presidente di Lega B ha continuato dichiarando che per lui quello che conta non sono le varie promesse elettorali che normalmente vengono fatte, ma la capacità di risolvere i problemi quotidiani e questa sembra essere la linea politica che potrebbe portare avanti anche per le prossime elezioni di FIGC.

Gravina, attualmente a capo della Lega Pro, sembrava essere il più accreditato a lottare contro Tavecchio, ma le ultime dichiarazioni di Abodi e a meno di ulteriori sorprese fanno pensare che sia intenzionato a restare dov’è, ma appoggiando la candidatura del Presidente di Lega B . Quindi è questa la novità della politica del calcio. Tutti i calcoli andranno rifatti: Abodi, oltre al 5% della sua Lega, dovrebbe avere l’appoggio di Lega Pro (17%), del sindacato calciatori (20%) e potrebbe trovare ulteriori voti anche in serie A e tra gli arbitri guidati da Nicchi.

A conti fatti l’attuale capo della FIGC, avrebbe al momento grosso modo il 55% dei voti, mentre Abodi il 45%, con una possibilità di aumentare i suoi consensi. Insomma, possiamo continuare a considerare Tavecchio ancora il favorito, ma è anche vero che per l’attuale presidente di FIGC non sarà più così scontata la rielezione.