Difesa Napoli, Sacchi: “La fase difensiva mi lascia perplesso”

A Dortmund, la prestazione del Napoli non è stata di certo brillante e, di conseguenza, il risultato a fine partita non è stato quello auspicato alla vigilia. In realtà, la squadra è sembrata essersi un pò smarrita già da qualche settimana e lo dimostrano i risultati negativi e gli zero punti fatti tra Juventus, Parma ed appunto Borussia. Ad analizzare quelli che sono poi i problemi principali degli azzurri, ci ha pensato Arrigo Sacchi che, dall’alto della sua esperienza, ha voluto dire la sua sul momento negativo del Napoli.

In una lunga intervista al Mattino, ha difatti dichiarato: “Il Napoli non è quello di due mesi fa. Non riconosco la squadra di inizio stagione, gli azzurri hanno bisogno di invertire la rotta prima che questa strada diventi senza uscita. Mercoledì sera ci sono delle cose che hanno funzionato ma tante altre non sono andate nel verso giusto. L’avvio mi è piaciuto, nessun timore reverenziale, grande compattezza in campo, possesso palla e giusta mentalità. Ma tutto è durato appena dieci minuti: dopo il rigore non s’è più vista la stessa squadra“.

Rafa Benitez Allenatore

Di certo un episodio del genere ammazzerebbe le gambe a tutti ma, secondo Sacchi, non è stato solo un problema psicologico: “Ho visto giocatori in grande difficoltà nell’interpretazione della zona, non so se è una questione di posizionamento sbagliato ma è evidente che si tratta di errori gravi che si ripetono frequentemente. Forse parliamo di giocatori che non sono adatti al tipo di gioco che ha in mente Benitez. È la fase difensiva che mi lascia molto perplesso“.

Ecco quindi, nello specifico, quali sono stati per l’ex tecnico della Nazionale, gli errori commessi: “Nel caso della partita di martedì, i due esterni difensivi raramente si sono fatti trovare in linea o hanno commesso gravi errori come Armero in occasione del terzo gol. La seconda rete subita è pazzesca, in quattro corrono dietro il portatore di palla e nessuno segue l’inserimento del centrocampista tedesco che poi va a segnare. Interpretare male la fase difensiva non significa che a sbagliare sono soltanto i quattro difensori, la fase passiva inizia dagli attaccanti. I due esterni alti rientravano poco e male lasciando scoperta la difesa, Pandev che è rimasto sempre davanti, più di lui ha difeso addirittura Higuain“.

armero vs borussia

Non è di certo tutto da buttare, però, quanto fatto fino ad ora: “Si vede che il Napoli può fare gol in qualsiasi momento. Insigne va a sprazzi, è come se giocasse con il freno a mano tirato. Lo consideravo il giovane più interessante del nostro campionato, ha perso inventiva e linearità, non so cosa gli stia accadendo“.

Leggi anche –> Borussia Dortmund-Napoli, 3-1: la sintesi targata Auriemma

Leggi anche –> Armero non è partito con la squadra da Dortmund: via a Gennaio?