De Laurentiis-Moratti, il patron azzurro smentisce

Era Branca l’obiettivo delle critiche di De Laurentiis e non Moratti come pensato in un primo momento. A rendere nota la propria posizione è stato lo stesso presidente del Napoli con un tweet dopo che nel corso dell’audizione della Commissione consiliare sulla vicenda San Paolo aveva con molta tranquillità affermato: “A Mazzarri gli abbiamo fatto un assist. Abbiamo valorizzato le sue, che poi lui è andato a vendere al meglio a quell’altro scornacchiato”.

Tutti i mass media hanno subito pensato che lo scornacchiato in questione fosse appunto Moratti, presidente dell’Inter, invece l’ira di De Laurentiis era rivolta contro Branca che nel dicembre scorso aveva già portato via, con un vero e proprio blitz, a parametro zero Campagnaro.

branca

Questa in ogni modo la precisazione-smentita di De Laurentiis: “Ho visto che è stata ripresa, con mio disappunto, una frase di un dialogo riservato e chiuso alla stampa. Una frase estrapolata senza minimamente considerare il contesto in cui era stata inserita si presta a qualsiasi interpretazione arbitraria. Molti mi chiedono chi sia lo scornacchiato”. E qui la puntualizzazione del patron azzurro: “Per la mia famiglia questo termine ha un significato a metà tra la provocazione e l’intelligenza. Mi riferivo a Moratti? Assolutamente no! Mi riferivo a tutte quelle persone che l’anno scorso hanno lavorato per portare Mazzarri all’Inter. E in particolare a chi poi l’ha fatto”. Il nome di Branca non è stato fatto, ma è nell’rodine delle cose.

Leggi anche — > De Laurentiis contro Mazzarri: “S’è venduto all’altro scornacchiato”

Leggi anche — > Mazzarri sul Napoli: Se vince è merito del mio lavoro di quattro anni

Scritto da Nicola Salati

Giornalista professionista dal 2009, ma più che un lavoro per me è una passione visto che ho iniziato a collaborare con i giornali locali a sedici anni e a 18 anni ero già pubblicista. Attualmente collaboro con il quotidiano Metropolis e poi ho iniziato questa nuova avventura che sta dando i frutti sperati...il mio motto? "L'umiltà deve essere sempre al primo posto per chi vuole intraprendere questa professione".

Rassegna Stampa SSC Napoli 14 novembre 2013: le prime pagine dei quotidiani

Critiche ad Hamsik, lo slovacco: “Al ritorno tutte le big al San Paolo”