Ciro Esposito, la mamma: “Mi ha detto che non c’entra niente”

Inizia a migliorare Ciro Esposito, il tifoso napoletano che è stato ferito prima di Fiorentina-Napoli con una pistola da un ultras romanista mentre si stava recando allo stadio Olimpico per assistere alla finale di Coppa Italia. Ieri la mamma ha fatto sapere che i tubi che lo aiutavano a respirare sono scomparsi, oggi invece Antonella Leardi dice: “Ciro mi ha sussurrato: ‘Mamma, ma mi credi? Ci credi che non c’entro niente?’”. Una dichiarazione che potrebbe far cambiare di nuovo le carte in tavola agli inquirenti.

È un po’ spaesato, si guarda intorno, per lui è un momento molto difficile. Vive stati d’allucinazione, ma è normale che accada”, ha poi sottolineato la donna che non lascia il policlinico “Gemelli” neanche per  un minuto pur di assistere il proprio figlio.

Leggi anche — > Ciro Esposito, la mamma: “C’è un piccolo miglioramento”

Scritto da Nicola Salati

Giornalista professionista dal 2009, ma più che un lavoro per me è una passione visto che ho iniziato a collaborare con i giornali locali a sedici anni e a 18 anni ero già pubblicista. Attualmente collaboro con il quotidiano Metropolis e poi ho iniziato questa nuova avventura che sta dando i frutti sperati...il mio motto? "L'umiltà deve essere sempre al primo posto per chi vuole intraprendere questa professione".

Napoli-Verona, il San Paolo per ora è aperto solo ai diversamente abili

Lorenzo Insigne: “Nel 2015 Scudetto a Napoli” (Video)