Champions 2018: quanto guadagna il Napoli con la qualificazione diretta?

Quanto è importante per il Napoli un piazzamento al secondo posto in classifica?

L’accesso diretto alla Champions League 2018 porterebbe circa 30 milioni alla squadra di Aurelio De Laurentiis. Il Napoli arrivando secondo avrebbe diritto a 12 milioni per l’accesso diretto in Champions League più altri 17,5 milioni per il suo piazzamento come seconda squadra d’Italia. Fuori dalla Coppa Italia e con lo scudetto saldamente nelle mani della Juventus, per i ragazzi di Sarri l’unico incentivo per il resto della stagione sarà il raggiungimento del secondo posto in serie A.

Dopo il pareggio al San Paolo con la Juventus, il secondo posto per il Napoli si allontana di altri 2 punti: la Roma grazie alla vittoria con l’Empoli si è portata a +4 dai partenopei. Gli azzurri hanno a disposizione ancora 24 punti possibili per guadagnarsi un volo diretto per la prossima Champions League: fondamentali saranno la trasferta di domenica all’Olimpico contro la Lazio e quella del 30 aprile al San Siro contro l’inter.

Napoli al secondo posto: vantaggi economici e gestionali

Arrivare secondi in serie A garantirebbe al Napoli una serie di vantaggi, sia economici che di gestione del mercato e della rosa. Oltre ai 12 milioni per l’accesso diretto alla Champions League, c’è l’accesso alla divisione del market pool, che garantisce all’Italia circa 100 milioni: 50 subito, divisi in 27-17,5-7,5 rispettivamente tra prima, seconda e terza del campionato. I restanti 50 milioni vengono assegnati in base al numero di gare giocate dalle squadre italiane durante la fase a gironi. Dal punto vista della gestione, arrivare secondi vorrebbe dire non dover cominciare la stagione prima a causa del preliminare. Inoltre ci sarebbe la possibilità di pianificare in modo più concreto il mercato con un buon “gruzzoletto” da poter investire subito, senza dover aspettare l’esito dei preliminari di Champions.