Abbiamo offerto quello che voleva il Lione”, l’ammissione, dopo che la squadra francese ha rifiutato di vendere il centrocampista al Napoli, viene direttamente da un amareggiato presidente De Laurentiis. In effetti l’affare sembrava ormai concluso e il dietrofront operato dalla dirigenza transalpina ha lasciato l’amaro in bocca al produttore cinematografico.

“Al presidente Aulas abbiamo proposto quanto ci ha chiesto. 17 milioni di euro? Questo è quanto ci ha chiesto in un messaggio che mi ha mandato”, ha rivelato De Laurentiis in un’intervista rilasciata a L’Equipe quotidiano d’Oltralpe. Inoltre lo stesso De Laurentiis ha aggiunto: “Mi ha scritto che avrebbe venduto Gonalons e l’importo per la cessione”, poi il passo indietro.

maxime gonalons

Sulla questione è intervenuto pure l’agente del calciatore Fredric Guerra che tramite Twitter ha commentato: “Un giocatore è un dipendente con un contratto a tempo determinato, non possiamo commentare ciò che pensa il datore di lavoro. La vita va avanti, adattarsi è la miglior risposta”.

Leggi anche — > Il 2014 e il Napoli, De Laurentiis: “Saremo più competitivi”

Leggi anche — > Acquisti Napoli, Monti: “Gonalons era già azzurro, Napoli senza colpe”