Caso Cannavaro: i veri motivi dello scarso impiego del capitano

E’ un Napoli che sta andando a tutta sia in campionato sia in Champions League, ma allo stesso tempo nonostante il periodo di gioia vissuto dalla squadra partenopea c’è un caso che monta ogni giorno di più e che andrebbe sciolto entro gennaio per non creare malumori poi insanabili. Naturalmente si tratta dello scarso impegno di Paolo Cannavaro.

Il difensore  centrale considerato inamovibile con il precedente tecnico Walter Mazzarri, piano piano è andato perdendo la sua titolarità, a partire dall’estate, fino a restare seduto in panchina per più tempo e collezionare una sola presenza dal primo minuto contro il Sassuolo. Quali sono i veri motivi che hanno spinto Benitez a non puntare sul capitano e a provare nuove soluzioni?

Per ora aleggiano nebbie difficili da diradare, ma una spiegazione si potrebbe pure accennare. Infatti se nella partita contro il Catania dopo l’infortunio di Mesto è stato fatto esordire Uvini e alla fine il tecnico spagnolo giustifica il tutto dicendo che è lui la possibile scelta sulla destra in caso di emergenza qualcosa sotto c’è. E nemmeno i dissapori nei confronti di Cannavaro si possono far risalire all’ormai storico “stronzo” detto dal presidente De Laurentiis nei suoi confronti nel caso legato alla caduta dalla barca di Higuain.

paolo cannavaro

Più che altro il vero motivo è il cambio di modulo. Cannavaro, anche nelle migliori stagioni, è stato una sola volta convocato da Prandelli perché adottava la difesa a quattro ed evidentemente il commissario tecnico aveva visto lungo poiché il capitano azzurro soffre questo tipo di impostazione che ha ritrovato sotto il Vesuvio con Benitez. Nelle prestazioni inscenate sia in estate sia nell’ultimo periodo è stato sempre in affanno e non si è mai riuscito a rivedere quel calciatore provato da Mazzarri nella difesa a tre.

Tutto questo sta a significare che il futuro del capitano, nonostante fino a d oggi abbia sempre rispettato in maniera professionale le scelte operate dal tecnico spagnolo, è sempre più lontano dall’azzurro del suo Napoli. Ma d’altronde se vuole continuare a giocare è difficile che lo possa fare nella squadra del suo cuore.

Leggi anche — > Caso Cannavaro, Fedele a De Laurentiis: Certe volte dice cose insensate

Leggi anche — > De Laurentiis contro Cannavaro: è uno str … (Video)