Cardinale Sepe: “Abbonamenti Pay Tv per i detenuti nel Carcere di Secondigliano”

Grande gioia nel carcere di Secondigliano, penitenziario che ospita 1200 detenuti e che oggi, in vista della Domenica delle Palme, ha ricevuto la visita del più importante personaggio ecclesiastico della città, il Cardinal Crescenzio Sepe.

L‘arcivescovo di Napoli ha annunciato l’apertura di un laboratorio artigianale  di falegnameria che servirà per tenere impegnati i reclusi e per reinserirli nel mondo del lavoro, aggiungendo che anche i detenuti che seguono un percorso di studio avranno delle agevolazioni: per loro è prevista l’istituzione di una borsa di studio.

crescenzio-sepe

 

Successivamente  all’annuncio di queste due belle iniziative, il Cardinal Sepe ha pronunciato la Messa (alla quale hanno assistito più di 200 persone), dopo di che ha rivelato la più gradita delle notizie: l’abbonamento alla pay tv, valevole per seguire tutte le partite del Napoli, verrà rinnovato a partire dal prossimo Maggio.

Un gesto di grande bontà verso chi anche dal carcere continua a dare il proprio sostegno alla squadra azzurra. Negli ultimi anni  Secondigliano si è avvicinato moltissimo al calcio, e non solo a livello di tifo: diversi ragazzi, partiti proprio da questo quartiere, sono riusciti a “sfondare” a livello professionistico, tra questi ricordiamo Izzo dell’Avellino e Meola del Livorno.