Calciomercato SSC Napoli: acquisti e trattative 20 giugno 2014

Più che il momento di acquisti e cessioni, il calciomercato del Napoli vive quello delle trattative relative alle comproprietà. Rinnovata quella di Jorginho per un altro anno, risolta quella per Andujar che diventa ufficialmente azzurro, restano quelle relative alla moltitudine di altri giocatori in giro per l’Italia e per le quali, non sempre, c’è l’accordo con le altre società.

A tenere banco, però, è ancora la vicenda Higuain. Il presidente azzurro, nell’annunciare l’amichevole contro il Barcellona, è stato chiarissimo: i tifosi del Napoli vedranno ancora i loro campioni in campo. Higuain non si muove, non è sul mercato e le intenzioni della società azzurra sono altre. Occorre dare una violenta sterzata al calciomercato in entrata, soprattutto a centrocampo. È lì che Benitez vuole attuare e completare la sua rivoluzione.

In uscita Behrami e Dzemaili dovrebbero lasciare il posto a Gonalons e Sandro. Sono loro gli obiettivi principali del tecnico partenoepeo. In realtà le trattative sono tutt’altro che concluse. Behrami avrebbe un accordo con l’Inter ma De Laurentiis non cede: per il guerriero azzurro chiede almeno 10 milioni di euro. Dzemaili ha invece tanto mercato, è richiesto sia in Italia che all’estero: piace in Premier, al Tottenham, e potrebbe diventare pedina di scambio proprio per Sandro, per il quale gli Spurs chiedono 14 milioni di euro.

Per Gonalons la questione resta irrisolta: il presidente Aulas resiste, punta i piedi, nonostante la volontà del giocatore sia chiara. De Laurentiis preferirebbe non trattare anche perché tra i due sembra non corra buon sangue. L’entourage del giocatore al momento è silente, sebbene l’accordo con gli azzurri sia cosa fatta: toccherà proprio a Gonalons esercitare le giuste pressioni sulla dirigenza del Lione per rilanciare la trattativa.

Se per il centrocampo il calciomercato del Napoli non è ancora iniziato, lo stesso può dirsi anche per il reparto arretrato. L’arrivo di Koulibaly non chiude la pratica, anzi. Benitez necessita di un centrale da affiancare ad Albiol, Fernandez ed Henrique e, preferibilmente, vorrebbe averlo a disposizione per il ritiro di Dimaro, al via il 17 luglio prossimo. Piace Veltman dell’Ajax ma al momento non c’è nulla di concreto.

Sugli esterni si valutano le posizioni di Maggio ed Armero: entrambi sono sul mercato. L’ex Sampdoria piace al Verona ed alla Lazio, ma al momento non ci sono trattative al riguardo. Proprio con i biancocelesti, però, si potrebbe imbastire una maxi-operazione per portare Candreva in azzurro. La valutazione di Lotito è davvero alta ma Bigon potrebbe provare ad inserire nella trattativa qualche contropartita gradita alla società laziale (piacciono Maggio e Dzemaili).

Armero, nonostante le ottime prestazioni con la Colombia, non ha impressionato e non impressiona Rafa Benitez: la sua cessione è sempre più probabile, in Premier. Cessione certa, invece, per Miguel Angel Britos: il Rubin Kazan, dopo l’incontro con Bigon, sembra essersi defilato e al momento resistono soltanto le piste italiote, con Sampdoria e Torino interessate al difensore uruguaiano.

Nel reparto avanzato tiene banco, oltre alla vicenda Higuain, il discorso relativo ad Edu Vargas: con la Nazionale impressiona ma il suo futuro sarà comunque lontano da Napoli. La società azzurra attende l’esito del Mondiale per provare a monetizzare il più possibile. Anche Pandev è in uscita, sebbene il giocatore preferirebbe chiudere la carriera in azzurro. Zapata, invece, andrà via in prestito.

In questa prima fase il calciomercato del Napoli vive di alti e bassi, di trattative imbastite e mai concluse, di approcci e pour parler. L’impressione è che, nonostante quella azzurra sia una delle poche società con un bilancio solido, ed un discreto gruzzolo da investire, le cessioni la facciano da padrone. Anche perché, a conti fatti, con Maggio, Britos, Armero, Behrami, Dzemaili, Pandev e Vargas in uscita, dal mercato potrebbe venir fuori un bel tesoretto.

Leggi anche: