Calciomercato SSC Napoli: acquisti, cessioni, trattative 31 maggio 2014

Le prime, vere, operazioni di calciomercato il Napoli potrebbe condurle soltanto dopo il Mondiale. Intanto però la società azzurra lavora costantemente ai possibili acquisti e alle possibili cessioni per la prossima stagione nella consapevolezza che, sebbene gli innesti necessari siano pochi, le trattative non sono affatto semplici.

Il reparto che dovrebbe subire maggiori rimaneggiamenti è il centrocampo. Mascherano resta l’obiettivo numero uno, Benitez lo vuole in azzurro ad ogni costo, De Laurentiis ci prova ma il Barcellona blocca sul nascere ogni possibile trattativa. Le parti sono assolutamente distanti e molto dipenderà dalla scelta di Mascherano. Il centrocampista argentino vuole prima conoscere le reali intenzioni di Luis Enrique: soltanto dopo deciderà. Se il tecnico blaugrana sarà in grado di garantirgli un posto a centrocampo, suo ruolo naturale, è probabile che arrivi la conferma di un rapporto che dura da tempo. In caso contrario la prima scelta sarebbe il Napoli (e soprattutto Benitez).

Il Napoli non può permettersi errori in quel reparto. Benitez sa esattamente che le pene della difesa sono spesso state legate ai problemi del centrocampo. È lì che il Napoli deve rinforzarsi nella prossima sessione di calciomercato. E allora, nell’attesa di capire come evolverà il futuro di Mascherano, gli azzurri si cautelano con Sandro del Tottenham e con l’intramontabile Gonalons. Per il primo De Laurentiis mette sul piatto 13 milioni di euro ma non si esclude un possibile scambio: agli Spurs, infatti, piace tantissimo Valon Behrami, la cui cessione è ormai scontata. Il centrocampista svizzero preferirebbe l’Inter ma De Laurentiis potrebbe approfittare per la cessioni all’estero. Per Gonalons, invece, è tutta questione di attese: il Napoli ha già l’accordo con il giocatore, manca quello col Presidente del Lione che però dovrà convincersi in tempi stretti. Il rischio è quello di perdere il giocatore a parametro zero.

In difesa, al momento, gli azzurri valutano la questione esterni. Zuniga dovrebbe restare: sarebbe lui il primo vero acquisto della stagione. Lo stesso vale per Ghoulam, ormai inamovibile. Resta l’incognita Christian Maggio la cui cessione diventa sempre più probabile, a patto che arrivi un’offerta seria e concreta. In questo caso, se l’esterno vicentino dovesse cambiare casacca, via all’operazione Janmaat dal Feyenoord. Al centro occorrerà tutta l’abilità dello scouting azzurro per trovare le pedine giuste. Al momento i nomi in ballo sono quelli di Musacchio dal Villareal e Agger dal Liverpool, con il primo in netto vantaggio.

Per quanto riguarda il reparto avanzato sembra ormai assodato che né De Laurentiis, né Benitez intendono rinunciare a Zapata. Un vice-Higuain che dia maggiori sicurezze, però, potrebbe tornare utile (o magari un jolly da impiegare su tutto il reparto offensivo). L’identikit ideale sarebbe quello di Iturbe o, in alternativa, di Ibarbo. Per il primo la concorrenza è altissima e l’operazione risulterebbe fattibile solo nell’ipotesi di una maxi-operazione con il Verona. Ibarbo, intanto, lancia segnali importanti alla piazza partenopea. 

Il calciomercato del Napoli, però, non potrà prescindere dalle cessioni. Sono ben 28 i giocatori che torneranno da prestiti e comproprietà che Bigon dovrà piazzare, magari addirittura prima di procedere agli acquisti per la prossima stagione.

Leggi anche:

Scritto da Massimo Esposito

Napoletano di nascita e cilentano d'adozione, è appassionato di letteratura sportiva e del Calcio Napoli. Nasce economista per svista con la grande necessità di comunicare e di trasmettere. Di condividere e di parlarne. Il tempo libero (spesso troppo) è dedicato alle sue grandi passioni, tra cui i cani. Massimo Esposito su Twitter

Benitez rinnova il Napoli (e il centro di allenamento di Castel Volturno)

Amichevole Irlanda-Italia: Lorenzo Insigne spera nella convocazione