Calciomercato Napoli, e se Zapata tornasse?

Non è facile la vita del vice-Higuain se ti chiami Manolo Gabbiadini. L’attaccante nativo di Calcinate sta trovando sempre meno spazio in maglia azzurra e, ora che l’Europa League e la Coppa Italia sono un lontano ricordo, le chances di vedere il campo si sono assottigliate ulteriormente. Per Sarri è il perfetto alter-ego del centravanti argentino. Esterno offensivo? Nemmeno a parlarne. E quindi, visto il rendimento stellare di quello con la maglia numero nove, Manolo è costretto a guardarsi il campionato dalla comoda panca del San Paolo.

Gabbiadini è costato al Napoli 13 milioni di euro, che Sampdoria e Juventus, proprietarie del cartellino, si sono spartite in egual misura. Al giocatore vanno 1,6 milioni a stagione di stipendio, più eventuali bonus, fino al giugno del 2019. Un investimento considerevole da parte di De Laurentiis. Secondo Trasfermarkt, Gabbiadini oggi varrebbe intorno ai 17 milioni. Che di per sé è già una plusvalenza. Ma la plusvalenza, quella vera, il Napoli l’ha lasciata volar via  finestra di mercato di gennaio, quando il Wolfsburg bussò alle porte degli azzurri con 25 milioni di euro in mano.

C’era l’accordo con l’agente e con il calciatore, ma la società bloccò la cessione, come confermato dopo dallo stesso entourage del giocatore. La domanda è: perché? Perchè rifiutare tanti soldi e trattenere a tutti i costi a Napoli un calciatore che ha giocato, fino ad ora, 270 minuti in campionato (praticamente tre partite intere)? Il principio dell’ “impegno su più fronti” è andato presto in soffitta. E ora il Napoli si ritrova con un talento immenso relegato in panchina. Avendo rifiutato 12 milioni di plusvalenza.

Inutile negarlo, la faccenda sarà di primissimo piano il prossimo giugno, quando Gabbiadini, giustamente, chiederà certezze e il Napoli non saprà bene cosa dirgli. A quel punto, se la situazione non dovesse cambiare nei prossimi mesi, sarà inevitabile valutare l’ipotesi di una cessione. E il vice-Higuain?

Non bisogna dimenticare che gli azzurri hanno una grossa risorsa in casa, momentaneamente a farsi le ossa a Udine. Duvan Zapata, attualmente in prestito secco all’Udinese, a fine stagione potrebbe tornare alla base. E potrebbe, soprattutto, tornare molto utile. Zapata è costato al Napoli 6 milioni di euro, e percepisce circa 600.000 euro a stagione di stipendio. Oggi, sempre secondo Trasfermarkt, ne vale 7,5. Ha la stessa età di Gabbiadini (sono entrambi del 1991), ma costa molto meno e, per caratteristiche fisiche, è un attaccante molto diverso da Higuain e potrebbe fornire qualche alternativa di gioco a Sarri. Senza contare che indosserebbe con una pressione differente l’etichetta del centravanti di riserva.

E voi? Che fareste? Meglio tenere una miniera d’oro in panchina? Oppure fare cassa e puntare su una promessa che ha tutte le carte in regola per essere mantenuta?