CalcioMercato Milan, un Top Player a Gennaio? Non De Rossi

Daniele De Rossi giocatore roma

Il calciomercato di gennaio si avvicina e si fanno sempre più insistenti le voci su quanto riguarda il Milan. Anche se il presidente Silvio Berlsusconi promette di valutare se è il caso dell’acquisto di un top palyer, facendo sognare i tifosi, Adriano Galliani tronca le ali ai sogni, anticipando che non cercherà di portare alla corte di Allegri un top player.

Contestazione Silvio BerlusconiDi sicuro non De Rossi. Questo al termine della cena con i giocatori rossoneri organizzata da Nocerino per raccogliere fondi contro la Sla. Il vice-presidente del Milan, però, assicura pure che nessuno dei campioni rossoneri è in partenza. Roberto Mancini ha individuato in El Shaarawy un altro fuoriclasse? Bene, ma a Galliani non interessa e non ipotizza nemmeno lontanamente uno scambio col City per Balotelli. “Giuro che non ci sarà uno scambio.

El Shaarawy resta al Milan. Teniamo i nostri e sopperiremo all’assenza di De Jong. De Rossi? E’ impossibile”. Ma anche se Galliani tronca qualsiasi tipo di speranza, ad alimentare i sogni ci pensa un professionista del settore, il presidente Berlusconi intervistato da Sky Sport, dopo la vittoria del Milan in casa del Torino e l’infortunio di De Jong: “Top player a gennaio? Vediamo, abbiamo avuto un altro infortunato che starà fuori per tutta la stagione, quindi vedremo secondo le esigenze del Milan”.

Il padre, quindi fa sognare. Ma la figlia sembra più responsabile. Barbara Berlusconi, infatti, al quotidiano sportivo francese, L’Equipe, sembra trovare feeling più nella visione di Galliani che non in quella del genitore: “Il calcio non ama i cambiamenti, ma ci sono momenti in cui bisogna prendere delle decisioni: il modello virtuoso che abbiamo scelto è quello che farà il bene del Milan. In Europa ci sono troppi debiti.

Il Bayern e il suo sistema virtuoso è un modello. La strada intrapresa è l’unica possibile”. E sul top player? “I grandi campioni si possono costruire anche in casa.

Abbiamo rinunciato a Ibrahimovic, ma abbiamo trovato El Shaarawy, un talento giovane che rappresenta il nostro club. Questo non vuol dire che in prospettiva non si possano comprare campioni. Ma la nostra idea va in un’altra direzione: dobbiamo far crescere i nostri giovani e costruire la squadra intorno a loro”.