Avellino-Spezia 0-0, Ardemagni e Gomis salvano i lupi

Finisce con un blando 0-0 la sfida tra Avellino e Spezia al Partenio-Lombardi. Il match, mai decollato, è addirittura diventato in salita dopo l’espulsione di Ely che ha costretto i padroni di casa a rallentare e a prestare maggiore attenzione.

Tra l’altro Rastelli dovrà anche sorridere, sia per il rigore clamorosamente fallito da Ardemagni sia per l’errore su un’azione che sembrava ormai aver già condotto gli ospiti in vantaggio. Un punto conquistato insomma, che porta l’Avellino a 4 punti in classifica a pari punti con lo Spezia.

Da segnalare, per i campani, la prestazione di Gomis, che su Madonna compie un autentico miracolo; Castaldo, che dà l’anima per la maglia, correndo per 90 minuti ed ergendosi sempre più a leader della squadra. Degna di nota anche la prestazione del capitano, Angelo D’Angelo che mette in campo tutta la grinta che ha in corpo, da vero cilentano, per salvare il pareggio con l’Avellino in dieci uomini.

Formazioni:

Avellino (3-5-2): Gomis; Pisacane, Ely, Chiosa; Regoli, Kone, Schiavon, D’Angelo, Zito; Arrighini, Castaldo. A disp.: Frattali, Arini, Pozzebon, Comi, Visconti, Soumare, Vergara, Bittante, Angeli. All.: Rastelli.

Spezia (4-3-3): Chichizola; De Col, Ceccarelli, DatKovic, Migliore; Juande, Gagliardini, Brezovec; Culina, Ardemagni, Catellani. A disp.: Nocchi, Madonna, Acampora, Sammarco, Cisotti, Ebagua, Milos, Valentini, Bakic. All.: Bjelica.

Note:
Ammoniti:
33′ pt. Migliore (S), 9′ st. Ely (A), 13′ st. Juande (S), 28′ st. Koné (A), 33′ st. Ceccarelli (S).
Espulsi: 11′ st. Ely (A) per doppia ammonizione.

Leggi anche: