Atalanta-Napoli 1-3, Sarri: “Dovremmo giocare a Natale”

“Dovremmo giocare a Natale”: Maurizio Sarri risponde dopo Atalanta-Napoli 1-3 alle critiche piovute sugli ultimi due risultati negativi in campionato. Il tecnico toscano visibilmente soddisfatto dopo la gara che ha visto trionfare i suoi sugli orobici anche soffrendo contro gli ottimi nerazzurri. Questa era una partita difficile su un terreno veramente difficile dove era difficile giocare il nostro calcio. La squadra ha fatto una partita importante sotto il punto di vista caratteriale. Noi – continua il mister – nelle ultime 20 partite ne abbiamo vinte 17, non vedo perchè preoccuparsi”.

Sul gol su evoluzione da calcio piazzato Sarri non nasconde la soddisfazione e si mostra anche profetico: “Oggi abbiamo fatto bene sulle palle ferme, ci abbiamo preso un rigore e segnato un gol. Abbiamo fatto – ricorda Sarri – qualcosa in più in Europa League con i calci d’angolo, nella rifinitura avevo detto alla squadra che le mie sensazioni sulle palle ferme stavano cambiando e così è stato”

Sul rapporto con Higuain e l’abbraccio tra i due dopo il primo gol del Pipita: “Gonzalo ha fatto gol su una situazione che abbiamo provato ieri mattina, anche per questo mi è venuto ad abbracciare e – rivela il mister – non me ne ero accorto perchè davo giá indicazioni“.

Infine una critiva nei confronti del calendario del campionato, che per Maurizio Sarri dovrebbe essere modulato come in Inghilterra: “Dovremmo giocare a Natale, offriamo uno spettacolo ed è giusto che si possa giocare durante le feste, dove la gente ha più tempo“.

[brid video=”22949″ player=”3006″ title=”Maurizio Sarri presenta AtalantaNapoli 19122015 sintesi)”]

ATALANTA-NAPOLI, GUARDA GLI HIGHLIGHTS