in

Serie A, playoff e playout non vanno bene: in altri Paesi si programmano a inizio stagione

Playoff e playout non piacciono alla Serie A. La Gazzetta dello Sport ne ha parlato con un editoriale a firma di Stefano Barigelli che definisce sbagliata l’idea e sottolinea che nei Paesi in cui si giocano i playoff le squadre programmano la stagione dall’inizio in maniera totalmente diversa. In questo caso verrebbero introdotti in corsa, cambiando le regole.

“Ma l’emergenza non può diventare l’ombrello sotto il quale trova riparo qualsiasi stravolgimento di norme o principi. Tra l’altro correndo il rischio che Sky e Dazn chiedano uno sconto congruo considerato il cambiamento del format. Insomma i club non avrebbero così nemmeno l’unico vantaggio che il playoff di solito genera, quello economico. Un capolavoro di insensatezza. Riprendere il campionato e giocarselo in un’apnea agonistica lunga sette settimane è già di per sé una forzatura. Perché accentua la differenza tecnica tra le squadre che hanno una panchina di qualità più lunga e quelle che non ce l’hanno. Molti club, tutti quelli per esempio che non avevano competizioni europee da affrontare, hanno infatti costruito le loro squadre la scorsa estate pensando di non dover giocare ogni tre giorni, se non per brevissimi periodi”.

Scritto da Emanuele

SKY - Gattuso porterà tutta la squadra in ritiro

Serie A, il nuovo protocollo ridurrà al minimo i contatti: ecco come si ripartirà

Napoli, brutta tegola Koulibaly: il calciatore si ferma per infortunio. Le ultimissime

Serie A, tre motivi per dire di no ai playoff: pay tv, mercato e disparità